ALESSANDRIA – L’Alessandria parte con il piede giusto in questi playoff superando il turno in una partita ricca di colpi di scena se non addirittura pirotecnica. Fatto sta che i grigi grazie al 3-2 inflitto alla Robur Siena passano alla fase nazionale eliminando dalla propria strada il primo complesso ostacolo verso categorie più succulenti.

Tutto inizia al 5′ dove un errore della difesa della Robur Siena mette Arrighini in posizione perfetta per segnare. Il centravanti della squadra di Gregucci non ci pensa su due volte e con un tiro a giro supera per l’1-0 Confenti. Tutto in discesa. O almeno così sembra sino a quando Gerli al 13′ non si inventa un gol impossibile dai 50 metri che trova Valentini mal posizionato e beffato dall’eurogol del centrocampista.

Ma è solo un fuoco di paglia dato che a rompere le uova nel paniere a Dal Canto ci pensa Confenti che ferma una palla controllata da Arrighini con una mano fuori area di rigore. Per l’arbitro non ci sono dubbi ed estrae il rosso ai danni dell’estremo difensore dei bianconeri. Con il Siena in 10 l’Alessandria acquista coraggio e preme per chiudere la partita. Solo nel secondo tempo però i padroni di casa trovano il gol del nuovo vantaggio. Ci pensa al 77′ Eusepi, subentrato da poco, a riportare avanti i grigi.

adv-640

Come accaduto già nel primo tempo l’Alessandria però vacilla in difesa e prende il pareggio all’82’ dopo una serie di carambole che favoriscono D’Ambrosio. A mettere la parola fine alla gara è però Sartore all’87’ che regala all’Alessandria una vittoria che mancava – causa emergenza Covid-19 – da 132 giorni.