adv-234

Prima sconfitta in campionato per il Casale Football Club, costretto ad arrendersi per 2-1 al Brandizzo nella 20esima giornata del campionato Promozione. Gara segnata dall’espulsione dubbia del portiere Castagnone dopo appena 9 minuti di gioco. Il numero uno monferrino, infatti, ha avuto un contatto con Di Bartolo che, come ha sostenuto mister Viassi su Radio Gold News, “ha ammesso la simulazione. Mi chiedo come ha fatto l’arbitro a vedere il fallo, il giocatore è caduto in maniera innaturale” ha aggiunto sconsolato il tecnico. E dire che i padroni di casa erano partiti bene, con ben quattro palle gol confezionate in pochi minuti con Ferraris, Plado e Boscaro. L’espulsione di Castagnone, poi, ha costretto mister Viassi al cambio forzato: dentro il portiere Portaluppi e fuori Boscaro. “Per come stiamo giocando noi l’espulsione ci ha penalizzato, siamo andati in difficoltà” ha ammesso Viassi. Il Brandizzo ne ha approfittato senza pietà e ha avuto vita facile a bucare la rete casalese per ben due volte negli ultimi dieci minuti del primo tempo con Termini e Di Bartolo, bravi a sfruttare due leggerezze del Casale in fase difensiva. Nella ripresa, però, il Casale Fbc non ha mollato, trovando subito il gol per dimezzare lo svantaggio con Bisesi, infallibile su rigore. Il risultato, però, non è più cambiato, nonostante gli ultimi 24 minuti giocati in parità numerica. Un giocatore del Brandizzo, Raschio, ha raggiunto Castagnone negli spogliatoi, espulso per doppia ammonizione. “Non abbiamo ancora l’esperienza di gestire questo tipo di partite” ha concluso mister Viassi “alla fine abbiamo sprecato tante energie nervose.” Il Casale Fbc resta quindi al palo, senza approfittare dello stop forzato della capolista Volpiano, fermata dalla neve.