Calcio: Castellazzo sconfitto a tavolino. Curino: “Faremo ricorso”

CASTELLAZZO – Un secondo posto conquistato sul campo e ora, purtroppo, sfumato. Il Giudice Sportivo ha inflitto al Castellazzo la sconfitta a tavolino della gara vinta domenica dai biancoverdi contro il Canelli. Il ricorso della società astigiana, infatti, è stato accolto. Sul calciatore Benabid pendeva una squalifica dopo una ammonizione ricevuta nella finale regionale juniores dello scorso anno. Secondo la sentenza il calciatore avrebbe dovuto scontarla in campionato.

Per questo al Canelli è stata assegnata la vittoria a tavolino e lo stesso Benabid dovrà scontare una ulteriore giornata di squalifica. Il Castellazzo dovrà anche pagare 150 euro di ammenda e rinunciare fino al 27 dicembre ad Andrea Bastianini, il dirigente che ha sottoscritto la distinta.

Con tre punti in meno, quindi, Piana e compagni scendono al quinto posto della graduatoria, a quota 14. 

Faremo ricorso ha sottolineato a Radio Gold il presidente dei biancoverdi Cosimo Curinoil Codice di Giustizia Sportiva, al punto 19, parla chiaro: le squalifiche rimediate in competizioni come le finali regionali si scontano nelle partite valide per la stessa competizione, non certo in campionato. La sentenza, invece, sostiene il contrario. E pensare che, nelle prime sei gare, il giocatore è sempre stato inserito in distinta nonostante non fosse a disposizione: mai avremmo immaginato questo scenario. Prima del Canelli nessun’altra nostra avversaria aveva fatto ricorso”.

adv-323