Casale a valanga: 5 a 1 con il Corneliano
adv-92

CASALE MONFERRATO – Nel campionato di Eccellenza tutto facile per il Casale Futbol club, che travolge in casa 5 a 1 il Corneliano Roero. Dopo tre gare senza successi e con soli due punti conquistati, nell’ultima partita del 2014 i nero stellati del nuovo mister Fabio Fossati tornano vincere, trascinati dalle giocate degli esperti Zenga e Russo e dai giovani Kerroumi e Germano.  Il Casale conquista tre punti fondamentali per la rincorsa alla testa della classifica, giunti al termine di una gara senza sviste difensive e senza errori sotto porta, dominata dall’inizio alla fine.  Nel primo tempo è Zenga al 13′ a sbloccare il match, con una ribattuta precisa a rete. Al 24′ il raddoppio è firmato da Russo, e dopo soli 10 minuti ancora Zenga mette in ghiaccio il match siglando la rete del 3 a 0, cinica la doppietta del numero 10 casalese. Al 41′ Zenga serve un assist al bacio per Kerroumi, che non sbaglia di fronte all’incolpevole Maio, squadre negli spogliatoi sul 4 a 0 per i padroni di casa. Nella ripresa il Corneliano prova a cambiare modulo con l’ingresso di Simonetti e D’Angelo, e al 13′ Fanigliuolo segna il gol della bandiera a favore del Corneliano. Poche emozioni per il resto della frazione, il Casale amministra con calma ma al 44′ c’è spazio anche per il gol di Gerbaudo, che servito da Molica Nardo arrotonda il risultato di una partita meritatamente chiusa già nel primo tempo. Il Casale si conferma con 29 punti da solo al quinto posto in classifica, e dopo le vacanze natalizie affronteranno l’11 gennaio il Fossano, reduce dal pareggio esterno con il Lucento. Le parole di Fabio Fossati, intervistato ai microfoni di Radio Gold News: “ E’ stato bellissimo esordio, i ragazzi sono stati eccezionali, meglio di così non potevo iniziare. Casale è una piazza importante, i giocatori sentono spesso la pressione, bisogna aver il coraggio di osare e anche di sbagliare. Abbiamo lavorato a 360 gradi questa settimana, e questo risultato è il prodotto dell’impegno in questi primi allenamenti.” Sul mercato e la perdita di Lodi: “Ho lavorato senza pensare al mercato e ai giocatori persi. Lodi non è mai stato un mio giocatore, quindi ho lavorato sui miei giocatori. Penso che Zenga e Russo abbiano una buona intesa. Zenga è molto bravo anche coi piedi, va reso parte del progetto, bisogna cercare di lavorare per lui e Russo con il resto della squadra perché possono fare la differenza in questo campionato. Quando hanno la palla in area di rigore, sono micidiali. Sono punte di diamante di un progetto tattico che deve dare responsabilità a tutti i membri della squadra. Sugli esterni avevo due ragazzi del 95 e 97 a cui ho dato fiducia e mi hanno ripagato una grande prestazione. Dobbiamo migliorare l’intesa di gruppo, e otterremo risultati come quello di questa domenica”. 

Giacomo Pelizza