adv-982

ALESSANDRIA – È un mister Gregucci soddisfatto ma attento a non lasciarsi andare a facili entusiasmi quello che, sabato sera, ha commentato il bel 2-2 della sua Alessandria contro la Sampdoria. “Siamo in preparazione, è presto per dare giudizi ma era importante vedere la condizione e mettere a punto la prestazione sotto il profilo atletico. Ci manca ancora un po’ ma” ha sottolineato il tecnico ho colto qualche buon segno. Si tratta di un buon test ma c’è ancora da lavorare, abbiamo solo 60 minuti nelle gambe. Per i nostri ragazzi è stato comunque bello giocare contro una squadra di serie A, è stata una esperienza importante ma la nostra realtà è differente. Dobbiamo lavorare molto sul profilo atletico e su quello tattico. Dobbiamo contestualizzare l’evento, noi avevamo motivazioni, loro forse meno. Sono contento sotto il profilo atletico, avevamo pochi cambi ma ho comunque visto una buona tenuta nei nostri ragazzi, anche se abbiamo perso due palloni e ci hanno subito punito. Per questo dobbiamo migliorare sotto tanti aspetti”. 

Tra i più positivi, nella nuova guardia dei grigi, i giovani Macchioni (schierato titolare) e Poppa: “Devono lavorare tanto, oggi hanno capito cosa vuol dire giocare contro chi ha chili e centimetri in più di loro. Se vogliono diventare giocatori il percorso è ancora lungo e pieno di sacrifici e quando si è giovani capita di fare degli errori”. 

Il tecnico grigio ha apprezzato l’atteggiamento dei suoi: Si difende meglio andando avanti, magari anche rischiando qualcosa ma cercando di recuperare la palla il prima possibile. Questo sabato sera lo abbiamo fatto benino”. 

adv-882

Gregucci ha infine espresso l’auspicio di poter riuscire a lavorare quanto prima con una squadra al completo, visto che, ha detto il tecnico, ancora i nuovi non hanno ancora terminato tutti i protocolli.