adv-890

CASALE FBC – SALUZZO 0-1

Rete: pt 31’ Sardo (S)

Casale Fbc (4-2-3-1): Tarlev; Fabbri (40’ pt Nouri, 44’ st Fiore), Cintoi, Bettoni, M’Hamsi (33’ st Lanza); Vecchierelli, Romeo; Mullici (13’ st Guida), Bianchini, Coccolo; D’Antoni (12’ st Cocola). A disp: Rovei, Fontana, Graziano, Premoli. All: Buglio

adv-64

CASALE MONFERRATO – A distanza di quasi otto mesi dall’ultima gara ufficiale (lo scorso 23 febbraio a Forte dei Marmi finì 0-0 contro il Real Forte Querceta) e dopo due rinvii forzati per emergenza sanitaria e allerta meteo (rispettivamente contro Gozzano e Lavagnese), finalmente è iniziato il campionato di serie D del Casale Fbc. In un raggruppamento comprendente 20 squadre, nel previsto turno infrasettimanale (disputato in un “Natal Palli” per la prima volta a porte chiuse  per effetto delle disposizioni antiCovid-19 vigenti) e valido per la terza giornata del girone A, la squadra di mister Francesco Buglio è stata sconfitta 0-1 dalla matricola Saluzzo, alla prima vittoria dopo due sconfitte consecutive. Alla prima uscita ufficiale contro i già rodati avversari, privo del faro Poesio (squalificato) e dell’infortunato Todisco, il centrocampo nerostellato ha sofferto le trame di un Saluzzo volitivo ed intenzionato a muovere la classifica. In avanti, la sfortuna di un palo colto da D’Antoni in apertura ed una serie di palle gol sprecate sullo 0-0 hanno penalizzato Cintoi e compagni, puniti poco dopo la mezz’ora dall’incursione vincente dell’esperto capitano Sardo, autore del gol partita con la difesa statica ed il portiere Tarlev immobile sul gol. Nella ripresa, il Casale non ha saputo inoltre sfruttare la superiorità numerica per l’espulsione (somma di ammonizioni) proprio di Sardo. Con un uomo in più, i padroni di casa si sono riversati in avanti ma con una serie di attacchi infruttuosi e sterili che non hanno impensierito il portiere cuneese De Marino. Casale dunque che inizia dunque il campionato con il piede sbagliato, subito rimandato a domenica prossima nella trasferta lombarda contro la Castellanzese, dove sarà chiamato al riscatto, questa volta guidato a centrocampo dal rientrante Poesio.

La cronaca. Pomeriggio mite e soleggiato, terreno di gioco in buone condizioni. Dirige la signora Graziella Pirriatore della sezione di Bologna. Alcuni tifosi dei “Fedelissimi” hanno assistito al primo tempo della partita su una scala appoggiata al muro di cinta dello stadio, per poi essere allontanati dall’intervento della Polizia Locale. Tra i “Neri” assente lo squalificato Poesio, al palo per scontare un turno di stop maturato nella passata stagione e l’infortunato Todisco, vittima di una distorsione alla caviglia con stop di 10 giorni. Una giornata anche per il granata Supertino, espulso domenica scorsa. Tra gli ospiti assente inoltre l’infortunato Serino. Il tecnico casalese schiera il modulo 4-2-3-1 con la coppia Under Vecchierelli-Romeo davanti ai trequartisti Mullici e Coccolo, con al centro Franchini alle spalle di D’Antoni, unica punta di ruolo. Risponde la squadra di mister Riccardo Boschetto con uno speculare 4-2-3-1. Alla prima occasione (4’) Casale vicinissimo al gol. Punizione centrale dal limite di D’Antoni e palo pieno con De Marino a guardare. Insistono i nerostellati. Angolo di Vecchierelli e colpo di testa di Franchini (15’) a lato. Il Casale continua ad attaccare. Cross di Coccolo e colpo di testa di Mullici (20’) che non inquadra lo specchio della porta saluzzese. Occasionissima al 26’. Solito angolo di Vecchierelli, Bettoni controlla e conclude da distanza ravvicinata, ottimo intervento di De Marino bravo a mettere in corner con il corpo. Un minuto dopo e al 28’ comincia a farsi vedere il Saluzzo con una doppia opportunità: tiro deviato da Tarlev e diagonale dal limite fuori portata. Al 31’ il Saluzzo passa in vantaggio. Sardo (migliore in campo con De Marino) tiene palla sulla trequarti, si invola a rete indisturbato e supera l’immobile Tarlev con una chirurgica conclusione dal limite: 0-1. Sardo continua dunque a stregare il “Palli”, sempre nella porta lato collina di Sant’Anna. Il 34enne attaccante è già andato a segno nello stadio casalese nelle ultimi stagioni con altri gol decisivi e di pregevole fattura, indossando le maglie del Pinerolo in Eccellenza e del Borgaro in Serie D. Il Casale appare frastornato e gli ospiti sfiorano il raddoppio al 38’. Contropiede di Carrer che cincischia davanti a Tarlev, favorendo il recupero del portiere nerostellato. Al 40’ infortunio muscolare nel Casale occorso al terzino destro  Fabbri, sostituito da Nouri. Ancora Saluzzo al 44’, combinazione Sardo-Barale con pericoloso tocco in area non finalizzato. Nel recupero (46’) il Casale si rivede con Coccolo per Franchini e conclusione alta.

Nella ripresa, con gli ingressi di Cocola per D’Antoni e Guida per Mullici il Casale passa al modulo 3-4-3. Al 19’ colpo di scena con l’espulsione (somma di ammonizioni) del bomber Sardo. Undici contro dieci potrebbe rappresentare la svolta favorevole per i padroni di casa. Non è così, con un Casale che fatica a costruire e a rendersi pericoloso raramente al cospetto di un Saluzzo che non alza le barricate ma che è bravo a chiudere gli spazi. Tocco di Bettoni per Coccolo (20’) con pallnetto di un soffio alto sulla traversa. Al 36’ il neoentrato Lanza apre a Franchini con conclusione deviata in corner, sul successivo corner Nuori tira alto. Infine nel corso del lungo recupero (5 minuti) l’ultimo tentativo (47’) è di Bettoni con conclusione ancora una volta alta. Inizio campionato inatteso ed in salita per il Casale che non perdeva in casa dalla primavera 2019.

adv-217