Gregucci: “Nel primo tempo la circolazione di palla era lenta, dopo il gol abbiamo legittimato”
adv-538

LUCCA – Il mister dell’Alessandria Angelo Gregucci ha commentato così la vittoria della sua Alessandria a Lucca, la seconda di fila dei grigi. Nel primo tempo avevamo pochi spazi, abbiamo fatto circolare la palla troppo lentamente, la palla non andava veloce, la Lucchese si chiudeva e avevamo delle difficoltà. Invece dopo essere passati in vantaggio abbiamo legittimato la vittoria. Non dovevamo concedere alcuna opportunità da rete e ce l’abbiamo fatta, questo era l’obiettivo minimo. Poi quando l’avversario ha dovuto rincorrere abbiamo avuto più spazi e abbiamo fatto cose migliori. Quando abbiamo il possesso è ovvio che si rischia meno. Potevamo fare meglio, al netto del campo allentato ma comunque dignitoso, potevamo cercare più ampiezza, essere più incisivi per poi riempire area di rigore e questo è stato fatto parzialmente. In questo tipo di gare abbiamo margine di miglioramento nella lettura, bisogna saperle interpretare. Dovevamo andare in profondità ma, con pochi spazi e la palla lente, favorivamo il posizionamento della Lucchese. A quel punto dovevamo andare sull’esterno per scardinare la loro difesa”. 

“In ogni caso” ha aggiunto il tecniconon era facile. La Lucchese veniva da un risultato che aveva per loro riaperto un po’ le speranze, e poi in questo campionato non esistono gare scontate. Era una squadra viva e noi sotto il profilo dell’attenzione e concentrazione abbiamo concesso poco. Dobbiamo restare sul pezzo, ci mancano 4/5 punti e quindi abbiamo l’obbligo di sbagliare meno possibile. Chi è in testa al campionato lavora da tre anni con lo stesso allenatore. Noi lavoriamo insieme da pochi mesi ma dobbiamo accelerare il processo di apprendimento, tutti possono e devono fare meglio. Il ritorno di Corazza? Ha fatto 30 minuti discreti, deve solo migliorare dal punto di vista atletico visto che è reduce da uno stop di circa un mese”.