adv-268

ALESSANDRIA – L’infortunio è alle spalle e l’assist confezionato domenica per il compagno di squadra Eusepi è la prova che il bomber dell’Alessandria Calcio Simone Corazza è tornato. L’ex attaccante della Reggina ha infatti completamente smaltito la lesione al bicipite femorale e si è già pienamente calato nell’operazione rimonta. Coi tre punti di ieri, infatti, i grigi hanno scavalcato al quarto posto una diretta concorrente della lotta playoff e ora sono a -6 dalla capolista Renate. 

“Sono entrato in campo con la voglia di dare contributo alla squadra, ho recuperato e sono pronto. In carriera mi è spesso capitato di fare assist per i miei compagni, visto che ho quasi sempre giocato da seconda punta anche se la mia miglior stagione è stata la scorsa, quando giocavo da prima punta”. 

A Corazza manca quindi il gol per voltare completamente pagina: “E’ chiaro che per un attaccante il gol serve come il pane per ritrovare fiducia ma sono sicuro che arriverà e sono comunque stracontento per l’assist. Con Umberto e Andrea ci troviamo bene. L’obiettivo personale è preceduto da quello di tutto il gruppo, e sappiamo tutti qual è”. Proprio Eusepi domenica ha agganciato Arrighini a quota 6 nella classifica marcatori dei grigi, ma Corazza ha ancora entrambi a portata di gol, appena due: “Questa è la sana competizione che serve in un gruppo vincente. L’importante è che gli altri continuino a segnare se uno di noi sta fuori”. 

adv-349

“Contro la Juventus Under 23 era importante vincere” ha aggiunto Corazza “abbiamo accorciato un po’ e ora sarà fondamentale avvicinarsi il più possibile. Rispetto a prima abbiamo più consapevolezza, sappiamo il nostro valore, purtroppo non siamo riusciti a esprimerlo al meglio e al 100% dall’inizio, ma col lavoro e la voglia che abbiamo sempre messo ora stiamo raccogliendo i frutti. Abbiamo trovato la quadratura. Siamo un ottimo gruppo anche fuori dal campo, anche i giovani stanno dimostrando loro valore, dovremo continuare su questa strada”. 

Nel prossimo turno i grigi se la vedranno contro la Pro Sesto, ancora sul terreno amico del Moccagatta. I lombardi sono reduci da due sconfitte di fila, con otto gol subiti e zero fatti in due gare: Ma in Serie C non bisogna mai abbassare la guardia, basta poco per cadere e perdere punti. Ora quello che conta è il risultato. Il primo posto distante da sei punti? Ancora è lunga, conta poco fare i calcoli, noi dovremo dare il 100% e accorciare. Recuperare è nelle nostre qualità e capacità”. 

adv-192