Alessandria Calcio con il freno a mano tirato: contro la Pro Patria è solo 0-0
adv-131

PRO PATRIA-ALESSANDRIA 0-0

BUSTO ARSIZIO – Il cambio di rotta dopo la brutta prestazione con la Pergolettese non è arrivato. A Busto Arsizio l’Alessandria pareggia 0-0 contro la Pro Patria al termine di una partita in cui la squadra di Gregucci non è mai riuscita a prendere in mano il pallino del gioco. I padroni di casa sembrano avere le idee più chiare e creano più occasioni da gol rispetto ai Grigi, salvati da un’altra grande prova di Pisseri e dalla mancanza di concretezza degli attaccanti bustocchi. Gli esordi in maglia grigia di Bruccini, dal primo minuto, e di Stanco sono segnali positivi della loro integrazione nella squadra, ma necessiteranno di più tempo per entrare pienamente nel gioco. A preoccupare, però, è l’apparente assenza di uno schema di gioco, con frequenti lanci lunghi e poche costruzioni in velocità.

Il pareggio esterno del Renate, fermato sull’1-1 a Lucca, aggiunge rammarico per una vittoria mancata che avrebbe potuto dare un’iniezione di fiducia ai Grigi, che mercoledì 20 gennaio affronteranno il Como al Moccagatta. Il poco tempo a disposizione non può essere un alibi per una squadra che, se davvero vuole sperare in una rimonta, deve (ri)trovare al più presto un’identità.

Mister Gregucci getta subito nella mischia Bruccini al fianco di Castellano, mentre in difesa capitan Cosenza è affiancato da Prestia e Blondett. Sulle fasce, a destra viene confermato Parodi, mentre Rubin prende il posto di Celia. Trio offensivo formato da Arrighini, Corazza ed Eusepi.

Il match è combattuto, senza occasioni nitide da una parte o dall’altra. La Pro Patria ci prova con più insistenza sulla fascia sinistra, dove Blondett sembra faticare più del previsto, e scalda i guantoni di Pisseri con Spizzichino, Castelli e Parker. L’Alessandria non riesce ad affacciarsi dalle parti di Greco con pericolosità e l’unica conclusione porta la firma di Bruccini, che da fuori area calcia fuori.

Nella ripresa mister Javorcic inserisce Brignoli al posto di Spizzichino e al 49′ con una potente conclusione da fuori area è proprio il nuovo entrato  a chiamare Pisseri a un miracolo. L’Alessandria prova a svegliarsi dal torpore al 59′, con un tiro-cross di Eusepi che per pochi centimetri non trova il tap-in di Corazza. Al 64′ anche Gregucci opera la prima sostituzione, facendo esordire in maglia grigia Stanco al posto di Arrighini. I Grigi provano timidamente ad aumentare l’intensità, ma è ancora la Pro Patria a essere più pericolosa, come al 70′ quando Brignoli si libera in area di due marcatori e serve Parker, che non riesce a spingere in rete. Al 74′ esce l’ammonito Blondett ed entra Bellodi, mentre all’82’ Corazza lascia il posto a Chiarello. I cambi però non apportano alcun beneficio alla manovra dei Grigi, che anche nel finale non riescono a creare grossi grattacapi alla retroguardia bustocca. La gara finisce a reti inviolate che, considerato il contemporaneo pareggio del Renate, sancisce un’altra occasione persa per l’Alessandria.