Sini: “Ricordo il Moccagatta alla finale di Coppa. Sarebbe bello farlo esultare ancora così”
adv-895

ALESSANDRIA – Un centrale difensivo di grande esperienza per l’Alessandria. Simone Sini si è presentato ai suoi nuovi tifosi dimostrando subito idee chiare. “Posso giocare a tre o a quattro, in carriera ho anche giocato da terzino. Arrivo con grandissimo entusiasmo” ha sottolineato Sini “con voglia di crescere, migliorare la mia carriera e contribuire alla storia dell’Alessandria. Conosco diversi giocatori coi quali ho già giocato insieme in altre squadra come Parodi alla Ternana, Cosenza alla Pro Vercelli, Eusepi al Perugia, Stanco, Frediani e Arrighini al Pisa, è stato più facile inserirmi nello spogliatoio, l’approccio è stato ottimo”. 

“Dall’Ascoli in B sono sceso di categoria ma non cambia nulla. Questa è una società che potrebbe stare tranquillamente in B per qualità dei giocatori e dello staff. Non si nota la differenza, posso portare la mia esperienza, aiutare i miei compagni a vincere. Occorrerà avere la testa giusta per fare un grande gruppo e un girone di ritorno importante. Dobbiamo rimboccarci le maniche”. 

Nella mia carriera ho coronato il sogno di esordire in serie A, magari mi sono un po’ perso ma non ho grandi rimpianti, evidentemente era giusto così. Con la Viterbese ho il ricordo negativo, dal punto di vista sportivo, della finale di Coppa Italia vinta dall’Alessandria. Quel giorno il Moccagatta era stupendo, anche vedendolo da avversario. Fa venire voglia di giocare a calcio. Speriamo in futuro di farlo esultare di nuovo come quella volta”.