Il Casale impatta con l’Arconatese grazie a Colombi

CASALE FBC – ARCONATESE 1-1

Reti: pt 18′ Pavesi (A), 24′ Colombi (C) su rig.

Casale Fbc (4-3-1-2): Drago; Fabbri (30′ pt Nouri), Cintoi, Bettoni; M’Hamsi; Todisco (25′ st Mullici), Romeo, Raso (43′ st Guida); Coccolo; Colombi (36′ st Cocola), Franchini. A disp: Tarlev, Fontana, Selmi, Graziano, Lanza. All.: Buglio

adv-915

CASALE MONFERRATO – Terzo pareggio consecutivo per il Casale Fbc che al “Natal Palli” spartisce la posta in palio contro l’Arconatese, al termine dello scontro salvezza della diciottesima giornata (turno infrasettimanale) del girone A del campionato di Serie D. Dopo Tortona e Sanremo finisce nuovamente 1-1. Un altro piccolo passo in avanti per la formazione nerostellata al quinto risultato utile consecutivo. In classifica nerostellati e Arconatese sono ora appaiati a quota 17 (e dunque sempre in zona play out), con i lombardi che devono recuperare una partita. La salvezza diretta è a tre punti, con il Saluzzo (20 punti) che deve tuttavia giocare due incontri di recupero. I neri devono quindi rimandare l’appuntamento con la seconda vittoria stagionale tra le mura amiche. Cintoi e compagni non vincono infatti in casa dallo scorso 23 dicembre quando superarono (1-0) l’Imperia. Partita decisa nel primo tempo, con il botta e risposta in sei minuti. Vantaggio iniziale con un eurogol dell’ex Pavesi e pareggio di Colombi (secondo gol in nerostellato) su calcio di rigore. Risultato giusto con un Casale lesto a ristabilire l’equilibrio del match, ma imbrigliato da una solida e quadrata Arconatese.

La cronaca. Pomeriggio freddo (6°C), uggioso e piovigginoso. Terreno di gioco scivoloso ed in precarie condizioni. Gara a porte chiuse nel rispetto delle vigenti norme anticontagio iniziata alle 15, di comune accordo tra le due società. Presenti in tribuna una cinquantina di addetti ai lavori. Casale di mister Francesco Buglio schierato con lo schema 4-3-1-2, con Coccolo alle spalle della coppia offensiva Colombi-Franchini. Risponde l’Arconatese di mister Giovanni Livieri con il modulo 4-3-3. Tra gli oroblu lombardi assente lo squalificato Albini ed in campo gli ex nerostellati Giacomo Vecchierelli (centrocampista ceduto in prestito a gennaio) e Manuel Pavesi, attaccante.
Prima occasione degna di nota all’8′; iniziativa di Colombi per Franchini e conclusione di sinistro di poco a lato. Al 18′ l’Arconatese viene premiata da una costante pressione, passando in vantaggio con una rete confezionata dai due ex della partita. Vecchierelli si impossessa della sfera sulla trequarti, serve Spinelli che prova il tiro ribattuto, palla poi a Pavesi che dal vertice destro dell’area supera Drago con uno spettacolare sinistro a giro che si insacca sotto l’incrocio: 0-1. L’attaccante oroblu non esulta, in rispetto della lunga militanza con la sua ex squadra. Il Casale appare confuso e gli ospiti sfiorano il raddoppio con lo stesso Pavesi (20′) che, dalla corta distanza, con un altro insidioso sinistro costringe Drago a rifugiarsi in angolo. I padroni di casa, con il trascorrere dei minuti si domostrano più intraprendenti. Alla seconda occasione nerostellata, il Casale pareggia al 24′. Angolo lungo di Raso, Cintoi dalla parte opposta arpiona la palla e fornisce l’assist per l’accorrente Coccolo, contrastato fallosamente in area da Vecchierelli. L’arbitro fischia il calcio di rigore, freddamente realizzato da Colombi (1-1) che, dopo il gol di Sanremo, segna in tre giorni la seconda rete in casacca nerostellata. Subito dopo, a causa della scarsa luminosità, vengono accesi i riflettori. Dall’altra parte ancora Pavesi (27′), particolarmente ispirato, semina il panico in area casalese con un pericoloso diagonale rasoterra non raccolto da alcun compagno di squadra. Alla mezzora Fabbri esce per un infortunio alla caviglia, sostituito da Nouri. Squadre negli spogliatoi dopo tre minuti di recupero.

Nella ripresa, l’Arconatese parte a spron battuto come nella prima frazione, costringendo i Neri a serrare i ranghi. Calano le occasioni pericolose ma non l’intensità del gioco, condotto quasi sempre a ritmi elevati. Il Casale riesce ad impensierire la porta avversaria al 10′. Angolo di Raso e colpo di testa di Todisco bloccato a terra da Botti. Casale che fatica ad uscire dalla propria metà campo al cospetto di un’Arconatese compatta e ben organizzata, pericolosa al 35′ con una conclusione velenosa di Menegazzo deviata in angolo da Drago. Dopo Fabbri, al 36′ il Casale perde per infortunio alla caviglia anche Colombi, rilevato da Cocola. In pieno recupero (concessi tre minuti) calcio d’angolo di Mullici e colpo di testa debole e fuori portata di Bettoni (47′), ultima opportunità al termine di una partita molto combattuta e condizionata da una direzione arbitrale impalpabile e priva di lucidità. Domenica il campionato giunge al giro di boa. Nell’ultima di andata il Casale giocherà in trasferta a Legnano.