Calcio, Serie C: Novara – Alessandria 2-1 FINALE
adv-600

NOVARA – Nell’antipasto della quarta giornata di ritorno di Serie C l’Alessandria affronta in trasferta il Novara. Reduce dal pareggio a reti inviolate contro il Lecco nel turno infrasettimanale, la squadra di mister Longo dovrà rinunciare a Mora e Mustacchio, entrambi infortunati, e al difensore Di Gennaro, fermato dal giudice sportivo.

Nonostante la classifica deficitaria rispetto alle intenzioni iniziali, il Novara nelle ultime due giornate ha ottenuto quattro punti importanti, che hanno permesso alla squadra di mister Banchieri di rialzare la testa e uscire dalla zona play-out. I padroni di casa scendono in campo con Lanni, Cagnano, Bove, Pogliano, Corsinelli, Schiavi, Lanini, Panico, Collodel, Rossetti e Malotti.

Mister Moreno Longo mantiene il 3-5-2 con Pisseri in porta; Cosenza, rientrato dalla squalifica, con Prestia e Sini in difesa; Giorno, Bruccini e Chiarello a centrocampo; Parodi sulla fascia destra, Rubin su quella sinistra, a supporto di Corazza e Arrighini. Partenza dalla panchina, quindi, per Eusepi, Casarini e Gonzalez, tre grandi “ex” di questa sfida, oltre a Corazza.

15′ Alessandria sprecona in fase di costruzione. Il Novara ne approfitta e tenta la via del gol con Rossetti e Pogliano, Pisseri attento in entrambe le occasioni. Il primo ammonito del match è Cosenza.

19′ Novara in vantaggio: cross dalla sinistra di Cagnano che pesca in area Lanini. L’attaccante stacca indisturbato e insacca alle spalle di Pisseri.

31′ PAREGGIO DELL’ALESSANDRIA: azione personale di Arrighini, che ruba palla a Corsinelli, scarta Bove e batte Lanni.

50′ Avvio di ripresa più intenso per l’Alessandria, che colpisce il palo con un bel calcio di punizione di Sini.

53′ Rigore per il Novara per un fallo di Rubin. Dal dischetto Schiavi non sbaglia e riporta in vantaggio il Novara. Triplo cambio per l’Alessandria: Di Quinzio, Casarini e Bellodi prendono il posto di Chiarello, Giorno e Cosenza.

66′ Quarto cambio per l’Alessandria: Frediani al posto di Rubin.

88′ Espulsione diretta per Arrighini, che colpisce Schiavi a terra.