Alessandria Calcio, sconfitta che brucia: il Novara si impone 2-1
adv-162

NOVARA – ALESSANDRIA 2-1

Marcatori: Lanini (NO) al 19′; Arrighini (AL) al 31′; Schiavi su rig. (NO) al 53′.

NOVARA – L’Alessandria esce sconfitta 2-1 dal “Piola” di Novara, al termine di una gara che ha nuovamente messo in evidenza passaggi a vuoto e preoccupanti limiti (anche caratteriali) della formazione grigia. In attesa delle gare del pomeriggio, si complica ulteriormente il cammino in campionato per la squadra di Longo, che deve sperare non solo nei passi falsi delle prime della classe per rimanere aggrappata al podio, ma a questo punto anche delle inseguitrici in zona spareggi.

I primi diciotto minuti sono un susseguirsi di errori per l’Alessandria, che non riesce a uscire palla al piede e regala diversi palloni al Novara. Dopo due parate di Pisseri, il Novara passa meritatamente in vantaggio con Lanini, che conferma il grande momento di forma e di testa capitalizza la libertà concessagli dalla retroguardia grigia. Il gol sveglia dal torpore la squadra di Moreno Longo: al 23′ Arrighini serve Chiarello, che scalda i guantoni di Lanni, poi al 31′ il numero 11 grigio si mette in proprio, ruba palla a Corsinelli, scarta Bove e batte l’estremo difensore novarese. Il match torna in equilibrio e al 42′ è Bruccini a chiamare in causa Lanni su un bel cross di Rubin.

adv-598

Avvio di ripresa più intenso per l’Alessandria, che al 50′ colpisce un palo con un bel calcio di punizione di Sini. Ma il Novara non sta a guardare e al 53′ torna in vantaggio: Rubin atterra in area Corsinelli, dal dischetto Schiavi non lascia scampo a Pisseri. Mister Longo ricorre ai cambi, preparati già prima del vantaggio novarese: Casarini e Bellodi prendono il posto di Giorno e Cosenza. Al 63′ scende in campo anche Frediani al posto di Rubin. Al 76′ L’Alessnadria va vicinissima al pari: il calcio d’angolo di Di Quinzio premia l’ottima scelta di tempo di Prestia, ma Lanni è super nel deviare. Mister Longo opera anche l’ultimo cambio, inserendo Stanco al posto di Corazza. I Grigi tentano il forcing finale e vanno vicini al pari con Stanco, ma all’88’ Arrighini colpisce Schiavi a terra e per lui arriva un inevitabile rosso diretto. Arriva così la prima sconfitta dell’era Longo.