Alessandria Calcio, brutto passo falso: sconfitta meritata a Piacenza
adv-475

PIACENZA – ALESSANDRIA 1-0

Marcatore: Galazzi (PC) al 43′

PIACENZA – Si ferma la striscia positiva dell’Alessandria, che dopo tre vittorie cade 1-0 a Piacenza. A decidere l’incontro è una ripartenza finalizzata da Galazzi, iniziata sugli sviluppi di un calcio d’angolo a favore dei Grigi.

La squadra di Longo non approfitta dei mezzi passi falsi delle dirette avversarie e spreca una ghiottissima occasione per avvicinarsi al podio del Girone A. Continua la difficoltà realizzativa su azione da parte del reparto offensivo e si ferma l’imbattibilità della difesa: due aspetti su cui l’allenatore grigio dovrà lavorare in vista degli impegni ravvicinati con il Renate al Moccagatta e a Vercelli nel posticipo di lunedì 22 marzo.

adv-972

Mister Longo recupera Mustacchio, che partirà dalla panchina, e si affida alla retroguardia protagonista della vittoria contro l’Albinoleffe: Pisseri in porta e il trio Prestia, Di Gennaro e Sini in difesa. A centrocampo torna titolare Bruccini insieme a Giorno e Di Quinzio, mentre sulle fasce sono confermati Parodi a destra e Celia a sinistra. In attacco Arrighini vince il ballottaggio con Corazza per far coppia con Eusepi.

L’avvio dell’Alessandria è aggressivo: al 2′ Di Quinzio viene anticipato al momento del tap-in su assist di Arrighini, mentre al 10′ un bel calcio di punizione costringe Stucchi a deviare in corner. Il Piacenza si fa vedere per la prima volta al 25′ con una conclusione sbagliata da ottima posizione da Galazzi su suggerimento di Gonzi. I padroni di casa si difendono con solidità e pungono con le ripartenze, lasciando il pallino del gioco in mano a un’Alessandria che quindi fatica a creare azioni pericolose. Al 43′, sugli sviluppi di un corner dei Grigi, il Piacenza passa in vantaggio: il contropiede parte da Palma, passa per Visconti e termina con la conclusione vincente di Galazzi.

Nella ripresa il copione non cambia: l’Alessandria cerca il gol del pari, ma sbatte sul muro della retroguardia piacentina. Mister Longo opera due doppi cambi: Chiarello e Casarini, al posto di Sini e Giorno, e Corazza e Stanco al posto di Eusepi e Arrighini. L’Alessandria si sbilancia in avanti, gestisce le ripartenze degli avversari e all’84 va vicina al pari con Bruccini, ma Stucchi è attento e devia in corner. I quattro minuti di recupero questa volta non riservano gioie alla squadra di Longo e la partita si conclude con la vittoria dei padroni di casa.