Casale Fbc ferma sul pari il Pont Donnaz al Palli
adv-419

CASALE FBC-PONT DONNAZ 1-1

Reti: pt 17′ Coccolo (C), 26′ Tanasa (P) su rig.

Casale Fbc (3-5-2): Drago; Todisco, Cintoi, Bettoni (23′ pt Guida); Fabbri, Poesio, Lewandowski (31′ st Raso), Romeo, Nouri; Coccolo (48′ st Lanza), Franchini (31′ st Colombi). A disp: Tarlev, Fontana, Selmi, Mullici, Cocola. Allenatore: mister Buglio

CASALE MONFERRATO – Il turno infrasettimanale (decima giornata del girone di ritorno del girone A di Serie D) vede il Casale Fbc dare confortanti segnali di ripresa. Al “Natal Palli” finisce 1-1 la sfida contro il Pont Donnaz, squadra rivelazione del campionato ed in piena lotta per l’unica promozione in Serie C. Un punto importante per Cintoi e compagni che cancellano la figuraccia di Sestri Levante e giocano una partita, all’insegna dell’intelligenza tattica e dell’equilibrio contro i più quotati avversari, conclusasi con un risultato giusto e che accontenta entrambe le squadre. Gara vivace e combattuta, soprattutto nella prima frazione, in cui si registra dapprima il gol del momentaneo vantaggio nerostellato con il ritrovato Coccolo, a cui fa seguito il pareggio valdostano con Tanasa su calcio di rigore.

La cronaca. Pomeriggio fresco e parzialmente soleggiato. Temperatura 12°C. Terreno di gioco in discrete condizioni con rimbalzi irregolari nella parte centrale. Gara a porte chiuse nel rispetto delle vigenti norme anticontagio. Presenti in tribuna una cinquantina di addetti ai lavori. Casale in campo con il modulo 3-5-2, ma con delle novità rispetto al match perso a Sestri Levante. Giocano dal primo minuto Lewandowski e Franchini, con Mullici e Colombi portati in panchina da mister Francesco Buglio. Assente l’infortunato M’Hamsi. Per lui stagione finita, frattura del metatarso e gesso da portare per circa un mese. Pont Donnaz di mister Roberto Cretaz (in tribuna per squalifica, sostituito in panchina da Gianni Cuc) schierato con uno speculare 3-5-2. Valdostani senza lo squalificato Ciappellano e l’infortunato Balzo, ex di turno. Gli arancioblu che, non perdono dall’ultima giornata d’andata, arrivano al “Palli” dopo aver ottenuto cinque vittorie e quattro pareggi. Prima emozione al 6′ creata dagli ospiti: cross di Jeantet per Vignali con conclusione respinta di pugni da Drago. Risponde tre minuti dopo il Casale, con una punizione decentrata di Lewandowski direttamente in porta e respinta di pugni di Vinci. Partita all’insegna di lunghe fasi di studio ed equilibrio in campo, spezzato al 17′ dal gol che permette ai Neri di passare in vantaggio. Rimessa lunga laterale di Bettoni in area, colpo di testa difensivo di Filip, palla dalla parte opposta per l’accorrente Coccolo che si fa trovare pronto e supera Vinci con un diagonale rasoterra dalla corta distanza: 1-0. Al 23′ infortunio muscolare per Bettoni, sostituito da Guida. Il Pont Donnaz si spinge ordinatamente in avanti, guadagnando metri importanti alla ricerca del pareggio che giunge al 26′. Azione corale valdostana con ingresso in area di Maffezzoli, contrastato irregolarmente da Poesio: calcio di rigore. Dal dischetto Tanasa realizza con un rasoterra preciso ed angolato: 1-1. Il Casale arretra troppo il baricentro a difesa del pari, mentre gli ospiti imprimono sull’acceleratore. Al 34′ combinazione Jeantet-Montenegro e conclusione dal limite di Filip di poco alta. Casale in difficoltà e Pont Donnaz vicino al gol al 37′ con una doppia occasione. Lancio di Tanasa dalla retrovie per Varvelli che approfitta di una incertezza di Cintoi e conclude con respinta di Drago in uscita. Nel prosieguo dell’azione, prima Varvelli è stoppato da Todisco, poi Vignali conclude a botta sicura da corta distanza e salvataggio provvidenziale di Nouri sulla linea di porta.

Nella ripresa, squadre che si affrontano prevalentemente a centrocampo ed emozioni con il contagocce, tutte di marca nerostellata e create in tre circostanze da un intraprendente Lewandowski: Al 13′ con una punizione deviata da un avversario e palla vicina all’incrocio dei pali con Vinci fermo a guardare; al 22′ con un sinistro dal limite bloccato con sicurezza da Vinci e, infine, alla mezzora di gioco con una punizione a fil di palo, fuori. E’ l’ultima annotazione del match, terminato dopo cinque minuti di recupero. Per il Casale un punto che muove la classifica per rimanere a ridosso delle posizioni che valgono la salvezza diretta (e tre recuperi da disputare), per il Pont Donnaz, nuovamente imbattuto, un prezioso pareggio nella lotta per il vertice, rimanendo nella scia della neocapolista Castellanzese e dell’inseguitrice Gozzano.

Domenica prossima il Casale non giocherà ad Imperia. La partita nel Ponente ligure è stata rinviata a causa della pandemia che ha colpito anche la formazione imperiese e che sta sempre più condizionando la parte conclusiva del campionato con molte partite da recuperare. E’ infatti emersa la positività al Covid-19 di un giocatore ligure che ha costretto al rinvio la partita odierna contro la Folgore Caratese. Sono dunque tre le partite da recuperare per i nerostellati che devono ancora giocare le gare contro Città di Varese e Hsl Derthona, precedentemente rinviate. Proprio i lombardi di mister Ezio Rossi appaiono i più penalizzati dalla pandemia con ben cinque partite non disputate. A questo punto, il campionato osserverà uno stop temporaneo per consentire di giocare i tanti recuperi. Infatti, il girone A della Serie D dal 25 aprile al 2 maggio si prende una pausa per recuperare le partite ancora da disputare e riprenderà con il turno infrasettimanale di mercoledì 5 maggio. La fine del torneo, inizialmente prevista il 6 giugno, slitterà a domenica 13 giugno.