Alessandria: tris alla Folgore Caratese nell’amichevole in attesa dei play-off

ALESSANDRIA – FOLGORE CARATESE 3-0

Marcatori: Mora al 21′, Mustacchio al 23′, Celia al 29′.

adv-708

ALESSANDRIA – Nella prima amichevole di avvicinamento all’esordio nei play-off l’Alessandria supera 3-0 la Folgore Caratese grazie ai gol, tutti nel primo tempo, di Mora, Mustacchio e Celia. Mister Longo, in attesa dell’ok definitivo per il rientro dei guariti dal Covid, ritrova Prestia, in campo per 45′. Come lo stesso allenatore grigio aveva dichiarato, l’avvicinamento agli spareggi passa anche attraverso il recupero di pedine importanti, ma in fase calante nell’ultimo periodo. Osservato speciale, quindi, Mustacchio. Per il numero 17′ dell’Alessandria 90′ in campo, un gol, un buon primo tempo e una ripresa condizionata dalla stanchezza. In attesa del recupero di Casarini, presente in tribuna insieme a Parodi, Giorno continua a mettere minuti nelle gambe, così come Mora sulla fascia destra. Le cinque negatività al tampone fanno ben sperare anche per i recuperi di Poppa, Gazzi e Corazza, mentre il rinvio della gara di primo turno play-off fra Virtus Verona e Triestina a causa dei casi riscontrati fra gli scaligeri evidenzia quanto il Covid potrebbe confermarsi come la vera “mina vagante” di questo finale di stagione.

Torna in campo Prestia, a completare la linea difensiva con Bellodi e Di Gennaro. A centrocampo Bruccini e Giorno sono affiancati da Celia a sinistra e Mora a destra, alle spalle del trio offensivo composto da Mustacchio, Stanco e Arrighini.

Dopo il primo quarto d’ora, l’Alessandria inizia a mettere in pratica le indicazioni che mister Longo ripete in continuazione: allargare la manovra in velocità, cercando il  “quinto” opposto. I risultati sono immediati: dopo un miracolo di Pizzella su Bruccini, i Grigi passano in vantaggio al 21′ con Mora, bravo a capitalizzare in torsione un assist di Arrighini. Dopo due minuti arriva il raddoppio grazie a un’azione personale di Mustacchio, che sfrutta una verticalizzazione, si accentra e batte Pizzella. Non manca il lavoro per la retroguardia grigia, impegnata nel contenere la fisicità di Ngom e l’intraprendenza di Macrì, che al 26′ sfiora la traversa. Alla mezz’ora la Folgore pasticcia in fase di costruzione: Celia anticipa la difesa su un passaggio di Pizzella, entra in area e punisce l’estremo difensore classe 2001.

Degli undici titolari, nella ripresa rientrano in campo Bellodi, Bruccini, Giorno, Mustacchio e Arrighini, mentre fanno il loro ingresso Crosta in porta;  Cosenza e Macchioni in difesa; Rubin sulla fascia sinistra; Di Quinzio e Chiarello. Nel corso della frazione al posto di Bruccini entra anche Poppa che va a posizionarsi sulla fascia destra. Nel secondo tempo, avaro di emozioni e occasioni da gol, il punteggio non cambia.