Castellazzo sfortunato ma mai domo: l’Asti passa 1 a 0 grazie all’ex Piana
adv-348

CASTELLAZZO BORMIDA – Nella settima giornata del campionato di Eccellenza, il Castellazzo perde l’imbattibilità stagionale al Comunale,  sconfitto per 1 a 0 in virtù della rete ad opera del grande ex di turno, Mattia Piana. Il risultato non premia gli sforzi dei ragazzi di mister Nobili, autori dell’ennesima prestazione di livello contro l’attuale capolista del girone B.

Il primo tempo si apre con una prima fiammata degli ospiti al 3′ minuto: Benabid perde un pallone sanguinoso, Vergnano viene aterrato in area, ma per il direttore di gara non ci sono gli estremi per concedere il penalty. I biancorossi amministrano meglio il possesso palla per lunghi tratti della frazione, creando qualche palla gol insidiosa dalle parti di Ravetto soprattutto con Kerroumi. Picone, al 32′, colpisce la parte bassa del palo alla destra di Ravetto; buona, per i biancoverdi, la prova di Zunino, che al 35′ trova solo un gran intervento di Brustolin a negargli la gioia del gol. Piove sul bagnato, tuttavia, per Nobili, perché Mocerino e Molina sono costretti ad abbandonare il campo per infortunio; dentro al 18′ Labano e al 36′ Francesco Viscomi.

Nella ripresa l’Asti parte forte al minuto 2, quando Picone si invola sull’out di destra, dribbla Ventre e serve Piana, che però a due passi dalla linea di porta non riesce a spingere il pallone in rete. Fuori Rosset al minuto 3, limitato nel gioco da un intervento falloso di Piana nel corso del primo tempo; dentro Ecker, nel tentativo di offrire una soluzione offensiva imprevedibile facendo coppia con Zunino. Gli ospiti puniscono al 14esimo, quando sugli sviluppi di un corner, Piana dal limite dell’area non lascia scampo a Ravetto con un preciso colpo di testa. Il Castellazzo non demorde e la rovesciata di Zunino, alta di poco sopra la traversa, grida ancora vendetta; ma il match prende la piega definitiva al 26′, quando Ventre, già ammonito, viene espulso per proteste dal direttore di gara. L’Asti, nei minuti finali, non trova mai la nitida occasione per porre la definitiva parola fine al match, con davanti un Castellazzo per nulla arrendevole. Non basta, tuttavia, l’ingresso di Liguoro per invertire le sorti dell’incontro; l’Asti porta a casa il bottino pieno e mantiene il primato in classifica a quota 18 punti.

Nella prossima giornata i biancoverdi saranno impegnati in trasferta, sul campo della Pro Dronero. Avversario sulla carta alla portata per il Castellazzo; i cuneesi, nella giornata odierna, hanno perso 5 a 2 contro l’ex fanalino di coda Cbs Scuola Calcio.

adv-98