Mister Longo: “Calendario? Partenza tostissima ma in B nessuna gara è semplice”

ALESSANDRIA – Qualche acciacco in casa Alessandria Calcio, vittoriosa oggi in amichevole a Cantalupa contro Sts. La squadra ha finito il match in 9 dopo gli infortuni alla spalla di Macchioni e un fastidio muscolare per Bellodi. “Per Bellodi potrebbe essere una recidiva” ha spiegato alla fine mister Longo, nella conferenza stampa pubblicata sul canale youtube dell’Alessandria Calcio “ha sentito di nuovo fastidio nello stesso punto che lo aveva costretto a saltare tutti i playoff, speriamo che non sia niente di nuovo“. 

Tra i grigi, inoltre, ci sono anche altri elementi non al meglio: Bruccini ha preso un colpo durante l’allenamento ma  tornerà in gruppo già da lunedì” ha spiegato il tecnicoCasarini ha bisogno di tempo, non è ancora rientrato dopo che ha giocato da acciaccato la finale playoff, sta lavorando, Di Quinzio si è fermato per un problema muscolare nella rifinitura della gara precedente, Frediani ha evidenziato una distorsione lieve che l’ha rallentato nel suo percorso, mi auguro di riaverlo al più presto”.

adv-289

“Vogliamo migliorare la condizione” ha precisato Longo “siamo al punto più alto del carico di lavoro. Nell’amichevole di oggi abbiamo disputato un buon primo tempo, nella ripresa eravamo molto rimaneggiati, con due ragazzi giovani in mezzo e elementi fuori ruolo. Come detto, poi, siamo rimasti in 9, una forzatura visto che eravamo contati e non avevamo cambi a disposizione. La squadra sta lavorando bene, si è presentata col solito entusiasmo e sta cercando di mettere dentro quella condizione che tutti cercano. L’aspetto principale è dare continuità al lavoro estivo. Dico sempre che vale mezza stagione: chi completa un ritiro riesce ad avere le basi per disputare la stagione con continuità a livello fisico. C’è da essere soddisfatti del lavoro fatto finora”. 

Inevitabile, infine, un commento sul calendario sorteggiato sabato, con l’esordio in trasferta a Benevento: “Una partenza tostissima, ma non mi aspettavo nulla di diverso. Anche le squadre meno blasonate sono forti, la B non prevede turni meno complicati, ogni partita ha grandi insidie ma è anche una opportunità per fare punti. Dobbiamo solo guardare a noi stessi”.