Hsl Derthona corsaro a Casale nel derby: Diallo stende i neri al Palli

CASALE FBC – HSL DERTHONA 1-2

Reti: pt 39’ Diallo (D), st 20’ Diallo (D), 48’ Forte (C)

Casale Fbc (4-3-3): Paloschi; Gilli, Gianola, Silvestri (49’ st Leveque), Casella (27’ st Forte); Rossini (17’ pt Ben Nasr), Martin, Continella (39’ st Brevi); Giacchino (27’ st Vicini), Ricciardo, Candido. A disp: Dadone, Juricic, Guarino, Palermo. All.: Sesia

Derthona (4-2-3-1): Teti; Galliani, Luzzetti (46’ st Imperato), Gjura, Emiliano; Procopio (18’ st Todisco), Saccà; Philip, Diallo (43’ st Gueye), Manasiev; Otelè (49’ Valerio). A disp.: Bertozzi, Grieco, Akouah, Mutti, Spoto. All. Zichella

adv-632

CASALE MONFERRATO – L’Hsl Derthona formato trasferta (7 punti su 8 in classifica sono ottenuti lontani dal “Fausto Coppi”) si aggiudica meritatamente il derby della provincia sconfiggendo 2-1 il Casale Fbc, alla prima sconfitta stagionale, ottenuta di fronte al pubblico amico del “Natal Palli”, vestito a festa per l’attesa sfida della quinta giornata di Serie D – Girone A.

Con un gol per tempo, decide una doppietta di Diallo che approfitta di altrettanti svarioni difensivi del centrale difensivo nerostellato Silvestri. In sintesi, il migliore ed il peggiore della partita. Inutile, segnato in pieno recupero, il gol della bandiera dei padroni di casa ad opera di Forte. Diallo, attaccante liberiano, è ormai diventato lo spauracchio della formazione casalese. Si rivelò infatti decisivo nella prima giornata della stagione 2018-2019 quando, indossando la casacca dei liguri della Fezzanese, segnò il gol partita, contro la squadra allora allenata dal tecnico Buglio. Il Casale di mister Marco Sesia è stato penalizzato dall’uscita anzitempo (infortunio di gioco con distorsione alla caviglia sinistra) del capitano Martin, faro, metronomo ed ispiratore della manovra nerostellata. Nonostante questo, i padroni di casa hanno avuto per oltre mezzora il predominio tecnico-territoriale confezionando una doppia occasione con Giacchino e Ricciardo, entrambe respinte dal sempreverde (42 anni) Teti. Poi, la prima zampata di Diallo, replicata dalla seconda che ha di fatto chiuso l’incontro a favore dei tortonesi. Tra un gol e l’altro il Casale, senza un giocatore in grado di proporre palloni giocabili in avanti, si è progressivamente spento, non dando mai segnali di inversione di rotta. Il Derthona ha invece capitalizzato al meglio le due vere occasioni da rete create nei novanta minuti e più. Con questa vittoria la squadra di mister Zichella sale a quota 8. Il Casale resta invece a 7 punti (con la gara di Sestri Levante da proseguire dal 19’ minuto sullo 0-0 il prossimo 10 novembre) e perde terreno dalla vetta, con il Chieri nuova capolista.

La cronaca. Pomeriggio fresco e soleggiato, terreno di gioco in buone condizioni. Temperatura 18° C. Trasferta aperta alla tifoseria ospite. Spettatori 700 circa (un centinaio da Tortona) collocati in tribuna centrale e nelle due attigue gradinate scoperte sottoposte a restyling con gradoni dipinti di nerostellato. Nutrito il dispositivo di sicurezza approntato dalle forze dell’ordine. Coda, sia alla biglietteria che fuori dello stadio, in questo caso per i controlli antiCovid (verifica del Green Pass e controllo temperatura) necessari per l’accesso all’impianto sportivo. Casale (maglia bianca con diagonale nera per ragioni cromatiche e di ospitalità), in campo con il 4-3-3, senza gli infortunati Mullici e Mbaye. Derthona, schierato con il 4-2-3-1, che deve rinunciare agli indisponibili Kanteh, Colantonio e con l’ex di turno Todisco che parte dalla panchina. Casale propositivo dai primi minuti. Angolo di Martin e colpo di testa di Giacchino (6’) alto. Al 15’ infortunio alla caviglia per Martin, sostituito da Ben Nasr e fascia di capitano indossata da Gianola. Insistono i Neri. Potente conclusione dalla lunga distanza di Continella (24’) respinta di pugni da Teti con una parata acrobatica. Al 28’ Casale vicinissimo al gol. Incursione in area di Giacchino con tiro respinto da Teti, arriva Ricciardo e nuova conclusione ribattuta dal numero uno tortonese. Applausi. Gol sbagliato, gol subìto. Sulla trequarti Diallo (39’) ruba palla a Silvestri, si invola per vie centrali e supera Paloschi in uscita con un chirurgico rasoterra: 0-1.

Nella ripresa, il Casale appare frastornato ed incapace nel fare chiarezza e nel costruire gioco. Nell’inerzia della partita arriva al 20’ il raddoppio ospite. Silvestri, in giornata no, si complica la vita con un maldestro retropassaggio su cui si avventa Diallo, lesto nel trafiggere per la seconda volta Paloschi: 0-2. Gara ormai nelle mani dei leoncelli. Il duello personale Diallo-Silvestri prosegue al 36’ con nuovo tiro del bomber liberiano, questa volta respinto da Paloschi. In pieno recupero (sei minuti) arriva il gol del Casale che dimezza le distanze. Il neoentrato Forte (48’) vince un rimpallo al limite e conclude di precisione in diagonale superando Teti: 1-2. Per i Neri, tuttavia, non c’è più tempo per un clamoroso recupero e così il Derthona formato trasferta espugna il “Palli”, contro un Casale camaleontico rispetto al prezioso successo infrasettimanale ottenuto a Sanremo. Capolavoro tattico firmato mister Zichella, mentre mister Sesia dovrà lavorare parecchio dopo questa sconfitta, soprattutto in chiave difensiva.

Domenica prossima, i Neri saranno attesi dalla trasferta in Lombardia sul campo della Caronnese, mentre i leoncelli riceveranno al “Coppi” l’Asti.