800 volte Di Stefano: a 44 anni il “Barone” festeggia la cifra tonda delle presenze

CASTELNUOVO – Fine settimana indimenticabile per il “Barone” Giuliano Di Stefano. Dopo i 44 anni compiuti sabato, infatti, domenica il bomber della Castelnovese Castelnuovo ha festeggiato le 800 presenze segnando anche un gol, contribuendo alla vittoria della propria squadra contro il Casalnoceto. Di Stefano è, di sicuro, uno dei protagonisti indiscussi dei campionati dilettantistici: 27 stagioni tra Piemonte e Lombardia e zero voglia di smettere. “Faccio tre allenamenti a settimana, a 44 anni non è poco” ha detto Di Stefano intervistato dal nostro Franco Tasca durante Diretta Sport “se penso che ha smesso prima mia sorella”. 

Tenere il conto non è facile, così come la partita che ricorderà tutta la vita: “La finale playoff per andare in Eccellenza. Giocavo nella Mezzanese e ho anche fatto gol. Ho vestito quella maglia per ben 11 anni. Ricordo tutto. A casa ho tutte le presenze, i giornalini, non manca niente”. Nel cassetto dei ricordi del “Barone”, anche qualche delusione, com’è normale che sia nel mondo del calcio e nello sport in generale: “Ho lottato per vincere, per non retrocedere, non mi sono mai tirato indietro, anzi, se retrocedevo l’anno successivo ero pronto per ripartire e mettermi in gioco un’altra volta. Se devo trovarne una, la finale di playoff, sempre in Lombardia, vinta 3-0 all’andata e persa 4-0 al ritorno a Corsico. Lì ho bruciato, soprattutto per il mister“. La storia di Giuliano Di Stefano continua grazie alla Castelnovese di mister Pippo Sterpi, in Seconda Categoria, con il desiderio di scrivere altre pagine di storia da aggiungere nel suo cassetto dei ricordi. E chissà se quota 1000 sarà il suo prossimo obiettivo.