Verso Spal-Alessandria, Longo: “Obiettivo di punti entro fine dell’andata? Ce l’ho ma non lo dico”
adv-922

ALESSANDRIA – Dopo la sosta per la nazionale domenica torna il campionato di serie B e l’Alessandria Calcio sabato sfida in trasferta la Spal, al Paolo Mazza. I grigi hanno assoluto bisogno di punti: in trasferta, tra l’altro, quest’anno ne hanno ottenuto solo 1. “La Spal gioca un buon calcio” ha detto mister Moreno Longo in conferenza stampa “ha un atteggiamento propositivo, gioca palla a terra, attacca con tanti uomini, è nelle condizioni di fare un buonissimo campionato, anche per la qualità dei calciatori. Ricordo, tra l’altro, che non molto tempo fa militava in A con diversi calciatori che ancora sono in rosa. Abbiamo grande voglia di andare a Ferrara e stupire, vogliamo fare un colpo in trasferta che finora non è arrivato”.

“Spareggio salvezza? Parlare di spareggio dopo 12 gare è esagerato, ma il nostro atteggiamento deve essere sempre quello di voler cogliere una grandissima opportunità, dobbiamo recuperare terreno. Ogni gara deve essere sempre vista come una importantissima opportunità per mettersi in evidenza. Ogni volta che i ragazzi indossano la maglia grigia devono saper cogliere questa grandissima opportunità, da sfruttare con coraggio e al 100% per fare qualcosa di importante per il club, per i tifosi e per la città che ci sostiene ogni volta. Se mi sono prefissato un obiettivo minimo di punti da fare nel girone di andata? Sì ma non lo dico. Pensiamo una gara alla volta, oggi è inutile fare tabelle. Spal-Alessandria ora è la partita più importante, cercheremo di portare via punti a tutti i costi”.

“La sosta? Sono state due settimane di lavoro intenso, abbiamo lavorato con continuità” ha continuato il tecnico che, però, non recupererà alcun giocatore infortunato: Palazzi starà ancora fuori per parecchio tempo, non prima di Natale, si è riacutizzata una vecchia lesione sulla fascia plantare. A Ba, invece, serviranno ancora 10 giorni per superare la distorsione alla caviglia. Bruccini, poi, sta recuperando da una distorsione ginocchio ma è ancora lontano dal rientro. Tornerà tra circa 10/15 giorni. Infine Mantovani sta decisamente meglio ma ancora non sarà convocato. Qualche mese fa ha subito un intervento per curare delle ernie inguinali e sta ancora patendo qualche fastidio muscolare di troppo. Potrebbe tornare a disposizione dalla partita successiva, contro la Cremonese. Per il resto la squadra sta bene fisicamente, finora ha sempre corso tanto, non ha mai mollato fino alla fine, speriamo di aver migliorato ancora la nostra condizione. I tre nostri giocatori in Nazionale? Siamo contenti per loro, è un motivo di vanto e orgoglio. E poi è importante che abbiano giocato, per non perdere il ritmo. A volte dalla Nazionale si rientra bene, a volte meno, ci si mette un po’ a rientrare nelle dinamiche del gruppo, a calarsi nella realtà del campionato”.

Infine Longo ha parlato anche di Michele Marconi, l’attaccante grigio ancora indisponibile perché squalificato: “Con lui stiamo cercando di individualizzare il lavoro, gli mancano i 90 minuti, stiamo cercando di colmarli con supplementi di lavoro. Nell’amichevole in famiglia di ieri con la Primavera, ad esempio, ha giocato 60 minuti per trovare la condizione migliore”.