L’ex Casale Messias campione d’Italia. Ezio Rossi: “Se non ti avessi visto in quella partita amatoriale…”
adv-139

CASALE – “Anch’io mi sento orgoglioso e partecipe di questa vostra vittoria, anche se solo come un piccolo granello di sabbia”. Attraverso i social mister Ezio Rossi ha scritto un toccante messaggio al neo campione d’Italia Junior Messias, trionfatore col Milan. Proprio nella nostra provincia, con la maglia del Casale Football Club, cominciò la rincorsa di Messias verso il suo sogno di diventare un calciatore professionista: una prospettiva che, appena 8 anni fa, sembrava fantascienza.

“Le grandi vittorie nel calcio e nella vita sono frutto di situazioni che si incastrano alla perfezione, come in un Tetris: incastri giusti al momento giusto ha scritto mister Rossi, il tecnico che riconobbe il talento di Messias in una partita del campionato amatoriale torinese Uisp, quando il brasiliano militava nello Sport Wariquetu sei stato sicuramente un incastro perfetto e per questo mi sento anch’io orgoglioso e partecipe di questa vostra vittoria, anche se solo come un piccolo granello di sabbia… perché se quella fredda sera d’inverno non fossi venuto a vedere quella partita al Cit Turin, chissà se il Milan avrebbe vinto lo scudetto e tu saresti lì a festeggiarlo da protagonista”. 

In quel momento Messias, come lui stesso aveva raccontato a Radio Gold, consegnava elettrodomestici per una ditta di trasporti: “Ricordo che il mio amico Roberto Arena mi disse di venire a vedere un ragazzo ‘che non è male'” ha sottolineato ai nostri microfoni mister Rossi “io sono andato e quella sera la vita di Junior Messias è cambiata. La cosa difficile non era accorgersi delle sue qualità ma convincerlo a non smettere di giocare a calcio. In quel momento voleva garantire a suo figlio una stabilità economica e non pensava che il calcio potesse essere il suo futuro. Per sei mesi tentai di indicargli diverse squadre: si convinse solo quando io stesso diventai allenatore del Casale. All’inizio arrivò in prova, poi cambiò tutto”.

Nel 2015/2016 Messias trascinò i nerostellati nel campionato di Eccellenza fino alla promozione in serie D con 21 gol in 32 presenze e, da quel momento, iniziò la sua scalata verso la serie A, con le tappe a Chieri, Gozzano, Crotone e, infine, al Milan. “Anche all’inizio di quest’anno, tra lo scetticismo degli addetti ai lavori, dissi che in pochi mesi sarebbe diventato titolare nel Milan e così è stato” ha aggiunto Rossi “è stato un protagonista vero di questo scudetto. Secondo me può fare ancora di più: merita di essere riscattato dal Crotone. Ha giocato sempre in modo intelligente, in modo molto applicato dal punto di vista tattico. In un certo senso sembrava paradossalmente quasi frenato, ma gli consiglio di fare in fretta perché gli anni passano. Mister Pioli è stato bravissimo a gestirlo e a inserirlo gradatamente”. 

Foto tratta dal profilo Instagram di Junior Messias