Di Masi: “Società ancora in vendita, tutti i giocatori liberi. Ad oggi non c’è un obiettivo sportivo”
adv-356

ALESSANDRIA – La società è ancora in vendita e i giocatori sono tutti liberi. Ad oggi non c’è un obiettivo sportivo”. Così il presidente dell’Alessandria Calcio Luca Di Masi ha fatto il punto sull’attuale situazione dei grigi. Il patron ha cominciato rassicurando la piazza rispetto all’iscrizione della squadra al prossimo campionato di C: “L’ho fatto per i tifosi, per la città, era la cosa corretta da fare. Non l’ho fatto per me. Il nostro indice di liquidità è a posto”. 

Rispetto alle trattative per l’eventuale cessione non andate in porto Di Masi ha specificato che non c’erano garanzie per andare avanti, nonostante gli interlocutori (che non provenivano da Alessandria) fossero validi. Non è detto che nel prossimo futuro queste garanzie possano arrivare. Comunque anche in questi giorni stiamo sondando alcune piste”. 

Nel frattempo i grigi ripartiranno con Moreno Longo in panchina e con Fabio Artico nel ruolo di direttore sportivo, ancora sotto contratto: Tutti i giocatori sono liberi di trovare una squadra. Tanti meritano di restare in serie B. Nel caso non si concretizzasse il passaggio di proprietà continueremo coi giovani del nostro vivaio e con giocatori in prestito. Ad oggi la parte sportiva è secondaria. Mi auguro che il passaggio di proprietà avvenga a breve. Longo è sotto contratto con noi, ci sentiremo per impostare la nuova stagione. Se trovasse qualche cosa ce lo può comunicare e può andare dove vuole. Non lo trattengo. Rischio depauperamento se non si concretizzerà la cessione a breve? La storia insegna che c’è uno zoccolo duro dei tifosi che seguono la squadra, indipendentemente dalla categoria. Il resto poi la segue in base ai risultati. Da quando sono arrivato io il numero è progressivamente cresciuto. Io sono arrivato con una società che penso valesse 0 e ho fatto quello che ho fatto, può benissimo farlo qualcun altro”. 

La conferenza integrale del presidente Di Masi.