Alessandria, Rebuffi: “Rimini squadra esperta, serve aggressività e forza mentale”

ALESSANDRIA – Alla vigilia del sesto turno di Serie C girone B l’allenatore dell’Alessandria Fabio Rebuffi ha analizzato la situazione dell’Alessandria Calcio che domenica alle 14.30 affronterà in trasferta il Rimini.

“Quella appena trascorsa è stata una settimana dai due volti. Da un lato particolare a causa del funerale di Mario di Cianni: l’affetto che il popolo Alessandrino ha dimostrato nei suoi confronti ci ha fatto capire quanto Mario fosse importante per la città e questa maglia. Dall’altro, in campo è stata una ‘settimana tipo’ che ci ha permesso di lavorare bene. Abbiamo consolidato i nostri principi e lavorato con serenità ed entusiasmo grazie alla vittoria contro la Carrarese“.

L’allenatore grigio non ha nascosto la sua soddisfazione per i progressi dei suoi ragazzi: “Ho visto una crescita della squadra, da parte di tutti sia under sia over. Stiamo acquisendo consapevolezza allenamento dopo allenamento. La nostra è una squadra talmente giovane che potrebbe avere ancora molto margine di crescita. Rispetto a tre settimane fa vedo già un gruppo più maturo e questo per me è molto stimolante. Per questo motivo non so e non voglio porre limiti su quanto si possa ancora migliorare“.

adv-157

Rebuffi si è poi concentrato sulla sfida contro il Rimini: “è un avversario tosto, che lavora insieme da più di un anno con lo stesso allenatore. Per quanto riguarda la nostra formazione titolare mi prendo fino all’ultimo istante per decidere se cambiare qualcosa rispetto alla vittoria contro la Carrarese. Indipendentemente da chi sarà titolare, dovremo essere bravi ad interpretare la partita: meno frenesia e più pazienza quando abbiamo la palla, ma questo è un percorso di crescita lungo che matura man mano che vanno avanti le giornate di campionato”.

“Squadra che vince non si cambia? Il Rimini ha capacità offensive importanti. La media età è alta, quindi è una squadra molto esperta, servirà carattere e forza mentale. Si può sempre aggiustare qualcosa rispetto all’avversario e alle caratteristiche dei giocatori in campo, ma il nostro percorso, quello di essere aggressivi sempre, continua a prescindere dall’avversario. L’aggressività che abbiamo dimostrato di avere è quella che dobbiamo mettere in campo sempre e su quello stiamo continuando a lavorare”.

In chiusura mister Rebuffi ha fatto il punto sulla condizione fisica dell’Alessandria: “Penso manchino poche partite per arrivare a pari degli altri, ma nelle ultime tre o quattro gare non ho visto una differenza così netta con le altre squadre. Quelle che puntano alla vittoria del campionato hanno investito di più e quindi l’esperienza e la condizione fisica sono migliori, ma ci sono anche tante altre società che alla fine del campionato si toglieranno grandi soddisfazioni pur avendo un età media più bassa”.