Serie C: Alessandria chiamata alla sfida contro il muro difensivo della Torres
adv-952

ALESSANDRIA – Tre giorni dopo la vittoria contro il San Donato Tavarnelle, questa sera alle ore 21.00 l’Alessandria Calcio torna in campo per il secondo turno infrasettimanale della stagione. Ad affrontare Sini e compagni sarà la Torres, formazione di Sassari reduce da sei risultati utili consecutivi.

adv-42

Dopo due sconfitte consecutive all’esordio, a partire dalla terza giornata la squadra allenata da mister Alfonso Greco ha inanellato una serie di risultati positivi che hanno permesso loro di issarsi al dodicesimo posto in classifica con dieci punti. A fare la differenza nella risalita dei sardi è stata la ritrovata solidità difensiva: nelle ultime sei gare di campionato, infatti, sono soltanto tre le reti subìte e non sono mancati i punti anche con formazioni d’alta classifica, come il pareggio ottenuto a Cesena e la netta vittoria (2-0) dell’ultima giornata contro il Siena. Il miglior marcatore dei sardi è Francesco Ruocco, classe 2001, autore di quattro delle otto reti messe a segno in questa prima fase di campionato. Nel reparto offensivo della Torres spicca un grande ex di giornata, Stefano Scappini, che nel 2010 contribuì a portare i Grigi di mister Maurizio Sarri alla semifinale play-off per la Serie B. L’attaccante si è accasato in Sardegna in extremis, dopo l’ultima esperienza in Lega Pro con la maglia della Reggiana. “Mi fa piacere tornare ad Alessandria, che dal punto di vista psicologica sarà ancora più difficile da affrontare rispetto a domenica scorsa contro il Siena. Dobbiamo giocare con umiltà, con i piedi per terra e cercare di fare la partita con l’atteggiamento giusto. Non dobbiamo sbagliare l’approccio perché altrimenti non faremo nostra la gara e noi dobbiamo capire che si va là per fare assolutamente punti” ha dichiarato Scappini nella conferenza stampa pre-partita.

Reduce dalla vittoria contro il San Donato Tavernelle, l’Alessandria si avvicina alla sfida contro la Torres con un morale e una situazione in classifica decisamente migliori. Dopo la deludente sconfitta contro il Pontedera, il ritorno al successo ha permesso alla squadra di mister Fabio Rebuffi di rialzare la testa, ritrovare serenità e fiducia e abbandonare l’ultimo posto in classifica, mettendosi alle spalle il San Donato e la Recanatese. Ancora una volta, i Grigi sono chiamati a dare continuità a una vittoria, “mission impossible” in questo avvio di campionato. Riuscire a sconfiggere la Torres sarebbe una vera e propria manna dal cielo: non solo per riportarsi alle spalle dei sardi, ora distanti quattro punti, ma soprattutto per migliorare l’aspetto psicologico, che per una squadra così giovane è un fattore preponderante in un campionato difficile come la Lega Pro.

adv-717

Entrambi gli allenatori dovranno rinunciare ad alcune importanti pedine: Greco non potrà contare su Diakitè, Luppi e Suciu, oltre all’altro ex grigio, Luigi Scotto, fermo ai box per un lungo infortunio; Rebuffi invece dovrà rinunciare ai lungodegenti Sylla, Ascoli, Pagani e N’Gbesso.