Alessandria, Rebuffi: “A Pesaro confermata la solidità che avevo chiesto”

PESARO – Nella decima giornata di Serie C girone B l’Alessandria Calcio esce indenne dal “Benelli” di Pesaro. Nella terza gara in una settimana i Grigi pareggiano 0-0, trovando il terzo risultato utile consecutivo, senza subire gol.

Proprio quest’ultimo dato è quello che fa sorridere l’allenatore dell’Alessandria, Fabio Rebuffi, ai microfoni dell’Ufficio Stampa grigio: “Era la terza partita in una settimana e quindi alla fine le energie sono un po’ mancate. Questo era preventivato e inevitabile, ma abbiamo trovato quella solidità che avevo chiesto. Siamo una squadra che sta dando davvero tutto e quindi non posso dire nulla ai ragazzi“.

L’altra faccia della medaglia è la sterilità offensiva. Nelle ultime tre gare è stato messo a segno soltanto il gol da tre punti di Filip al San Donato: “Contro la Vis Pesaro abbiamo comunque preso una traversa e in alcune occasioni siamo arrivati a un passo dal finalizzare con Ghiozzi e Nepi. Ma è vero che alcune caratteristiche offensive di qualche giocatore ci stanno un po’ mancando. Dovremo continuare ad allenarci e a lavorare per cercare quell’intensità e quella giocata di qualità negli ultimi trenta metri che ci possa portare al gol. Martignago? È subentrato proprio per mettere minuti nelle gambe. Alla fine della partita mi ha detto ‘Mister, ho bisogno di allenarmi!’ e questo dimostra la sua grande voglia di tornare al 100%. È un ragazzo splendido ci darà una grande mano“.

Rebuffi ha poi analizzato uno dei duelli che hanno caratterizzato l’incontro, quello fra Nunzella e Egharevba: “Leonardo si è trovato di fronte un avversario molto veloce, ma è comunque stato bravo a contenerlo, anche grazie al supporto dei compagni. La scelta di Filip sulla sulla fascia sinistra è stata presa proprio per dare supporto a Nunzella. Ma i ragazzi dovunque vengano messi danno tutto quello che hanno. Non possiamo accontentarci di andare nei campi per portare a casa lo 0-0, vorrei anche che ci fosse quel coraggio quella cattiveria in più per provare a vincere. Però veniamo da tre partite senza subire gol ed è un segnale positivo“.

Sabato 29 ottobre al Moccagatta arriverà la Recanatese, reduce dalla sorprendente vittoria contro il Siena che l’ha fatta salire a quota 8 in classifica, proprio come l’Alessandria: “Adesso avremo una settimana di tempo per recuperare. Cercheremo di arrivare nelle migliori condizioni per fare una grande partita e per dare senso a questi due pareggi che devono servire anche in chiave classifica“.

Foto tratta dal canale YouTube dell’Alessandria Calcio.