Cessione Alessandria Calcio, mister Rebuffi: “Ce l’aspettavamo, non è un fulmine a ciel sereno. Pensiamo al campo”
adv-110

ALESSANDRIA –  Per i Grigi è già tempo di pensare al campo, ma è impossibile ignorare la notizia della cessione della società comunicata ieri mattina allo staff. ” È reale perché sono stato informato anch’io ieri direttamente dal presidente della situazione – ha commentato mister Rebuffi – È stata una notizia che all’inizio dell’anno ci aspettavamo potesse arrivare perché comunque eravamo a conoscenza di questa situazione, io per primo. È da agosto che so di questa cosa, quindi non è un fulmine a ciel sereno. Per quanto riguarda il mio percorso emotivamente è una notizia che dispiace, perché otto anni in un certo modo. I ragazzi hanno lavorato tutta la settimana e anche oggi molto bene in campo. Non hanno dato segnali di nessun tipo di preoccupazione: stanno pensando al campo come stiamo cercando di fare anche noi dello staff“.

Nell’undicesima giornata del Girone B di Serie C domani alle 14.30 i Grigi affronteranno in casa la Recanatese, anch’essa a quota otto punti. Per mister Rebuffi, la formazione marchigiana è una squadra di categoria che va affrontata col giusto atteggiamento. A chi chiede se la squadra avrà un approccio diverso dal punto di vista psicologico, l’allenatore risponde che la squadra ha affrontato una normale vigilia e rifinitura di una partita di campionato: È inutile distogliere l’attenzione dal campo. Il nostro obiettivo è la salvezza, è chiaro e dobbiamo cercare di mantenerlo. Poi vedremo cosa succederà, ma questo non ci deve distogliere dal lavoro quotidiano, dalla preparazione che avremo delle partite di domani, di mercoledì in Coppa Italia e di tutte le altre partite che ci saranno. Starà a me cercare di non far passare altri messaggi se non quelli di lavorare serenamente in campo“.

Per Rebuffi, se la squadra manterrà lo stesso atteggiamento, cambiare ad esempio un sistema di gioco non farà differenza: “Dobbiamo proseguire su quell’atteggiamento, su quella volontà di continuare ad avere grande compattezza, grande coesione, grande collaborazione tra i reparti. Mi preme che la squadra continui ad avere quel tipo di atteggiamento e quella voglia che ha dimostrato di avere nelle ultime tre partite di non prendere goal e di essere in partita fino alla fine. È una vigilia interessante per capire un’ulteriore crescita della squadra e capire quale risposta riesce a dare dopo tre partite fatte in un certo modo. È una vigilia stimolante”.

adv-682

Per il match con la Recanatese, Pagani e Sylla sono ancora fuori. L’altro indisponibile è Henoc N’Gbesso: “Non recupererà. La prima cosa è cercare di  stare vicino al ragazzo perché dalla risonanza effettuata ha tre lesioni muscolari in tre punti differenti. Anche per noi è stata una cosa molto insolita perché le premesse non erano assolutamente queste e anche le sue percezioni erano completamente differenti”. Il nuovo arrivato Martignago si è integrato bene nella squadra: “Sta meglio, l’ho visto anche molto più reattivo durante la settimana. Penso dall’inizio lo vedremo in Coppa Italia mercoledì per dargli più minuti. E’ pronto, è disponibile e domani sarà comunque della partita”.