Alessandria, in Coppa torna il sorriso: Pro Patria ko 2-1 dopo i supplementari

BUSTO ARSIZIO –Nel secondo turno di Coppa Italia di Serie C l’Alessandria Calcio supera 2-1 la Pro Patria dopo i tempi supplementari e accede al turno successivo, dove affronterà il Renate. Nella gara dello “Speroni” i Grigi passano in vantaggio al 44′ grazie a Martignago, che trasforma un rigore conquistato da Rizzo. I Grigi reggono bene la pressione dei padroni di casa, ma si arrendono a una girata di Castelli al secondo minuto di recupero. Nel primo tempo supplementare è Ascoli, al rientro dall’infortunio, a siglare il gol decisivo per il passaggio del turno.

adv-224

La squadra di mister Rebuffi torna, quindi, a sorridere dopo il ko interno con la Recanatese e per l’allenatore grigio arrivano segnali importanti. Oltre ai primi gol stagionali di Martignago e Ascoli (per quest’ultimo si tratta anche della prima rete fra i “pro”), la gara di Coppa Italia segna l’esordio in maglia grigia di Rizzo: dopo un avvio complicato contro un avversario ostico come Olivieri, il 7 grigio ha preso progressivamente campo, rendendosi pericoloso con cross e inserimenti dalla fascia destra, come in occasione del rigore conquistato. Centoventi minuti per Bellucci, Costanzo e Perseu, finora poco utilizzati in campionato.

Come preannunciato, entrambi gli allenatori ricorrono ampiamente al turn-over. Nell’Alessandria torna tra i pali Marietta, davanti al quale per la prima volta c’è il rientrante Rizzo. A completare la difesa Baldi, Bellucci e Costanzo. Sulla mediana Perseu e Mionic, mentre Lombardi, Filip e Podda sono a sostegno dell’unica punta, Martignago.

In avvio di gara l’Alessandria sfiora subito il gol: dopo nemmeno un minuto, sugli sviluppi di un calcio d’angolo la palla danza sulla linea di porta di Mangano, ma a detta dell’arbitro la difesa di casa riesce a deviare prima che la palla sia entrata del tutto. Al quarto d’ora, invece, il portiere bustocco si salva in due tempi su una conclusione da fuori area di Lombardi. Da quel momento i padroni di casa prendono in mano il pallino del gioco, specialmente sulla fascia sinistra dove Olivieri spinge con costanza. L’occasione più ghiotta per la Pro Patria si materializza grazie a una palla persa in fase di costruzione da parte di Baldi, ma Castelli a tu per tu con Marietta spreca calciando fuori. Lo spavento riaccende i Grigi: al 39′ Martignago ruba palla a Perotti e calcia di poco alto, mentre al 44′ Rizzo si incunea in area e viene fermato in modo falloso. Dal dischetto si presenta Martignago, che non lascia scampo a Mangano.

In avvio di ripresa è di nuovo il numero 10 grigio a sfiorare il gol, ma la sua conclusione da posizione defilata colpisce la traversa, senza che Podda o Filip riescano a ribadire in rete. Con gli ingressi dalla panchina di Piu e del giovane talento Pitou la Pro Patria riprende a spingere, senza però impegnare Marietta. Anche per l’Alessandria le forze fresche provano a mettersi in mostra: a provarci è infatti Gazoul, entrato al posto di Filip, che si libera bene in area, ma viene anticipato al momento del tiro. Mister Rebuffi inserisce Nepi e Rota al posto di Martignago e Baldi. Nel finale c’è spazio anche per il rientro di Ascoli e per Nichetti, subentrati a Podda e Lombardi, ma al secondo minuto di recupero la Pro Patria trova il gol del pari cin una girata di Castelli su assist di Pitou.

Nel primo tempo supplementare l’Alessandria torna in vantaggio: dopo una grande parata su Perseu, Magnano si deve arrendere a un’altra conclusione da fuori area di Ascoli, che passa tra diverse gambe e si insacca per il suo primo in carriera tra i “pro”. Nel secondo tempo supplementare la Pro non impensierisce Marietta e l’Alessandria può esultare per il passaggio del turno.

Foto tratta da Elevensports.com

PRO PATRIA – ALESSANDRIA 1-2 d.t.s.

MARCATORI: Martignago (AL) su rigore al 44′, Castelli (PP) al 90’+3′, Ascoli (AL) al 102′

PRO PATRIA (3-5-2): Mangano: Vaghi (77′ Nicco), Sportelli, Perotti; Citterio, Gavioli (59′ Ferri), Piran, Vezzoni (59′ Pitou), Olivieri (77′ Saporetti); Chakir (59′ Piu), Castelli. A disposizione: Cassano, Sassaro. Allenatore: Vargas.

ALESSANDRIA (4-2-3-1): Marietta; Rizzo (104′ Ghiozzi), Bellucci, Baldi (74′ Rota), Costanzo; Perseu, Mionic; Lombardi (85′ Nichetti), Filip (65′ Gazoul), Podda (85′ Ascoli); Martignago (74′ Nepi). A disposizione: Liverani, Dyzeni, Checchi, Galeandro, Nunzella, Sini, Speranza. Allenatore: Rebuffi.

ARBITRO: Canci di Carrara