L’ex grigio Fischnaller sciupa, l’Alessandria ringrazia: con la Fermana è 0-0

FERMO – Nella tredicesima giornata di Serie C girone B l’Alessandria Calcio pareggia 0-0 sul campo della Fermana, diretta concorrente nella lotta per la salvezza. Dopo la trasferta vittoriosa contro la Lucchese, i Grigi conquistano un altro punto lontano dal “Moccagatta” in un incontro in cui la vera protagonista è stata la paura di perdere uno scontro diretto. Poche, infatti, le occasioni da una parte e dall’altra, anche se non sono mancati i brividi dalle parti di Marietta: nel primo tempo, infatti, è stato provvidenziale un salvataggio sulla linea di Baldi sul tentativo a botta sicura di Fischnaller, mentre nel secondo tempo proprio l’ex attaccante grigio ha fallito un calcio di rigore all’ultimo minuto regolamentare, concesso per un fallo di Checchi.

Una sconfitta sarebbe stata una punizione troppo severa per Sini e compagni che hanno creato poco, ma hanno disputato una partita molto attenta e ordinata. I contemporanei pareggi delle inseguitrici non mutano il volto della classifica: l’Alessandria rimane sedicesima con dodici punti, a -2 dalla Recanatese (a sorpresa vittoriosa 3-1 sul campo del Gubbio) e a +1 dall’Olbia, che ha trovato il gol del 2-2 contro il San Donato Tavarnelle all’ultimo respiro. Dopo la sfida di Coppa Italia contro il Renate di mercoledì 16 novembre alle 14.30 al Moccagatta, i Grigi ospiteranno nel prossimo turno di campionato il Siena.

LA PARTITA

Come preannunciato nella conferenza stampa pre partita, Rebuffi cambia qualche interprete nel 4-4-2 grigio: in difesa torna dal primo minuto Baldi, mentre Rizzo fa il suo esordio da titolare anche in campionato. In attacco l’ex gialloblu Nepi vince il ballottaggio con Galeandro e affianca Martignago. Nessuna grossa sorpresa nell’undici iniziale della Fermana, con mister Protti che punta sugli altri ex di giornata, Fischnaller e Bunino.

I Grigi partono meglio e in avvio ci provano con Martignago, ma Nardi para senza difficoltà. Il match regala qualche emozione dalla mezz’ora in poi: Nepi, lanciato da Nichetti, si intestardisce nell’azione personale senza servire Martignago e Speranza sulle fasce, permettendo alla difesa della Fermana di recuperare e chiudere. I padroni di casa sfiorano il gol al 38′, quando sugli sviluppi di un calcio di punizione la palla arriva sulla testa di Fischnnaller. L’ex grigio colpisce a botta sicura, ma sulla linea Baldi tiene a galla i suoi. L’Alessandria risponde al 44′: Rizzo scende sulla fascia destra e lascia partire un cross verso il secondo palo, dove Lombardi non incrocia abbastanza.

Nel primo quarto d’ora della ripresa l’Alessandria fatica a farsi vedere dalle parti di Nardi e mister Rebuffi decide di inserire forze fresche con Galeandro e Ghiozzi al posto di Martignago e dell’ammonito Lombardi. Al 65′ proprio Galeandro manca di pochissimo l’appuntamento con il gol su un altro suggerimento di Rizzo. Al 70′ si fa vedere anche la Fermana, ma Marietta è attento sulla deviazione aerea di Romeo. Quando l’incontro sembra incanalato verso lo 0-0, Checchi ferma fallosamente Maggio in area e l’arbitro decreta il rigore. Dagli undici metri, però, l’ex Fischnaller perde il piede d’appoggio e calcia alto. Nel recupero non succede nulla: Fermana e Alessandria si dividono la posta in palio.

Foto tratta da www.elevensports.com

FERMANA – ALESSANDRIA 0-0

FERMANA (4-3-3): Nardi; Eleuteri (80′ Gkertos), Spedalieri, Pellizzari, De Nuzzo; Scorza (67′ Graziano), Giandonato, Misuraca (80′ Nannelli); Romeo, Bunino (67′ Maggio), Fischnaller. A disposizione: Borghetto, Vaccarezza, Luciani, Diouane, Vessella, Lorenzoni, Grassi, Onesti, Carosso, Pavone, Ronci. Allenatore: Protti.

ALESSANDRIA (4-4-2): Marietta; Baldi (72′ Rota), Checchi, Sini, Nunzella; Rizzo (88′ Pellegrini), Speranza, Nichetti, Lombardi (60′ Ghiozzi); Martignago (60′ Galeandro), Nepi. A disposizione: Dyzeni, Rossi, Podda, Costanzo, Mionic, Perseu, Bellucci, Gazoul. Allenatore: Rebuffi.

ARBITRO: Mirabella di Napoli