Coppa Italia, al Moccagatta il Renate vince 2-0: Alessandria eliminata
adv-898

ALESSANDRIA – Si ferma agli ottavi di finale il cammino dell’Alessandria Calcio nella Coppa Italia di Serie C. Al “Moccagatta” passa il Renate, grazie alle reti di Malotti e Squinzato all’83’ e all’87’.

adv-289

Non è tutto da buttare per la squadra di mister Fabio Rebuffi, capace di ribattere colpo su colpo contro l’attuale seconda forza del girone A, seppur entrambe le formazioni fossero ampiamente rimaneggiate. Le occasioni per i Grigi non sono mancate, in particolare con Baldi, al quale è stato anche annullato un gol. Marietta e una retroguardia attenta tengono a galla i padroni di casa sulle incursioni delle Pantere, che nel finale trovano i due episodi vincenti per passare il turno. Il problema dell’Alessandria rimane la finalizzazione: la mancanza di una punta di ruolo (oggi è stato schierato il solo Galeandro dall’inizio, anche in vista dell’impegno di campionato di sabato) si fa sentire e spesso vanifica anche le occasioni che la squadra riesce a creare.

Nel primo tempo sono gli ospiti a partire forte e al 17′ sfiorano il vantaggio: l’Alessandria perde palla in uscita, Esposito ne approfitta ma a tu per tu con Marietta si fa ipnotizzare dal portiere grigio, che devia di piede. La squadra di Rebuffi prende coraggio e al 20′ si affaccia per la prima volta dalle parti dell’estremo difensore ospite, che para il colpo di testa di Pellegrini su assist di Galeandro. Dopo un tiro di Mionic, terminato di poco fuori, i Grigi passano in vantaggio con un colpo di testa di Baldi sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma la rete viene annullata per fuorigioco. La risposta del Renate è affidata a un colpo di testa di Marano che non inquadra la porta. L’ultima occasione del primo tempo è grigia: al termine di una ribattuta in area, la palla arriva a Baldi, che dal limite sfiora il palo alla sinistra di Furlanetto.

Nella ripresa Nunzella prende subito il posto di Costanzo e al 52′ è l’Alessandria a rendersi pericolosa con Pellegrini, che al termine di un’azione personale chiama Furlanetto a una difficile deviazione in angolo. Al 60′ è il Renate a sfiorare il vantaggio, ma il colpo di testa di Larotonda dopo una deviazione colpisce la traversa. L’ingresso di Rizzo e Martignago e, successivamente, di Gazoul non aumentano la pericolosità dell’Alessandria e all’84’ gli ospiti passano in vantaggio: in un’azione condizionata in parenza da un possibile fallo su Mionic, il subentrato Morachioli crossa per Malotti, che di testa supera Marietta. La reazione grigia è volenterosa, ma dopo tre minuti le pantere raddoppiano e chiudono la contesa con Squinzato. Nel recupero i Grigi avrebbero l’occasione per segnare il gol della bandiera, ma Furlanetto si oppone bene alla conclusione ravvicinata di Galeandro. Prima del triplice fischio a Martignago saltano i nervi e l’arbitro gli sventola un rosso diretto per un intervento in ritardo.

ALESSANDRIA – RENATE 2-0

MARCATORI: Malotti (R) all’83’, Squizzato (R) all’87’

ALESSANDRIA (4-3-2-1) : Marietta; Rota, Baldi, Bellucci, Costanzo (46′ Nunzella); Podda (69′ Rizzo), Perseu, Mionic; Pellegrini (69′ Martignago), Ghiozzi; Galeandro. A disposizione: Gyzeni, Rossi, Nichetti, Checchi, Pellitteri, Sini, Speranza, Ascoli, Gazoul, Ventre, Nepi. Allenatore: Fabio Rebuffi.

RENATE (4-3-3): Furlanetto; Marano (72′ Anghileri), Menna, Angeli, Ermacora; Esposito, Squizzato, Larotonda; Malotti, Rossetti, Sgarbi (58′ Morachioli). A disposizione: Drago, D’Amato, Gavazzi, Ciarmoli, Baldassin, Bertini, Zalli, De Leo. Allenatore: Andrea Dossena.

ARBITRO: Mucera di Palermo.