Alessandria Calcio, contro l’Olbia uno scontro diretto da non sbagliare
adv-288

ALESSANDRIA – Dopo il pareggio esterno contro il Fiorenzuola, martedì 29 novembre alle ore 13.00 l’Alessandria Calcio torna in campo per la sedicesima giornata di Serie C girone B. Nel turno infrasettimanale i Grigi ospitano al “Moccagatta” l’Olbia, per quello che è a tutti gli effetti uno scontro diretto in chiave salvezza.

I sardi, infatti, al momento occupano la penultima posizione in classifica con 11 punti, due in meno di Sini e compagni. Per la squadra di mister Roberto Occhiuzzi quella contro l’Alessandria rappresenta quindi una ghiotta occasione per rimanere agganciata al treno delle squadre in lotta per la salvezza diretta, distante quattro punti. L’allenatore dei bianchi potrà contare sul rientro dalla squalifica di Gianluca Contini, punta di proprietà Cagliari con due gol all’attivo in questo campionato. Una soluzione in più, quindi, oltre a Boganini e al “sempreverde” Daniele Ragatzu, l’uomo più pericoloso dell’Olbia per esperienza, estro e imprevedibilità. In difesa farà il suo ritorno al “Moccagatta” Gabriele Bellodi, in grigio nella stagione 2020/2021, poi fermato da un infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per tutta la stagione successiva.

Tornare a vincere in casa (l’unico successo in campionato al “Moccagatta” risale a due mesi fa), ritrovare la via del gol dopo tre gare a secco e soprattutto lasciarsi alle spalle e staccare una diretta concorrente. Sono solo alcune delle motivazioni che dovranno spingere la squadra di mister Fabio Rebuffi a conquistare a ogni costo i tre punti contro l’Olbia. Dopo le sconfitte contro Imolese e Recanatese, i Grigi non possono permettersi un altro passo falso in uno scontro diretto. Se i pareggi contro Vis Pesaro e Fermana sono stati punti importanti considerato l’impegno in trasferta, contro i sardi anche il segno “X” servirebbe a poco: se l’Alessandria vuole continuare a sperare nell’obiettivo salvezza, la vittoria è l’unico risultato che conta. 

Ancora orfano di Sylla e Pagani, mister Fabio Rebuffi recupera Galeandro dalla squalifica, ma per lo stesso motivo perde Filip, ammonito a Fiorenzuola. Il reparto che potrebbe prevedere qualche avvicendamento rimane l’attacco, con Martignago che scalpita per riconquistare il posto da titolare, magari supportato da uno fra Nepi e Galeandro. dei tre impegni ravvicinati, che si chiuderà ad Ancona sabato 3 dicembre, quello di martedì è senza dubbio il più importante e abbordabile ed è quindi difficile pensare a un “turnover” a centrocampo e in difesa, reparti che hanno trovato l’equilibrio nelle ultime partite.

Sarà Giorgio Bozzetto della sezione di Bergamo a dare il fischio d’inizio alle ore 13.00: orario inusuale, richiesto dall’Olbia per poter rientrare in Sardegna in giornata e accettato dall’Alessandria.