Alessandria Calcio, ad Ancona per allungare la striscia positiva in trasferta

ANCONA –  Dopo i pareggi contro Fiorenzuola e Olbia, l’Alessandria Calcio chiude ad Ancona il tris di impegni ravvicinati. Al “Del Conero” oggi, sabato 3 dicembre, alle ore 14.30 Sini e compagni disputeranno il diciassettesimo turno di un girone B di Serie C sempre più spezzato in due. Tra l’undicesima e la dodicesima squadra in classifica, infatti, il divario è di ben sette punti: le prime in lotta per un posto ai piani alti, dalla dodicesima alla ventesima invece in bagarre per la salvezza, con nove squadre in cinque punti.

L’Ancona di mister Gianluca Colavitto occupa momentaneamente il decimo posto in classifica, l’ultimo che garantirebbe l’accesso ai play-off. I 25 punti sono frutto di sette vittorie, quattro pareggi e cinque sconfitte. La sconfitta contro la Carrarese e il pari interno con la Torres hanno lasciato un po’ di amaro in bocca ai marchigiani, che hanno perso qualche posizione in graduatoria. Ma ciò che preoccupa di più è l’infortunio di Alberto Spagnoli. Miglior marcatore dei biancorossi con nove reti, è uscito acciaccato dalla sfida di Carrara e i successivi esami hanno riscontrato un trauma distorsivo al ginocchio destro. “Ho detto ragazzi che la sua assenza ci deve dare, non togliere. Ognuno deve sentirsi maggiormente responsabilizzato” ha dichiarato mister Colavito nella conferenza pre partita. Lo stesso allenatore dell’Ancora, inoltre, ha fatto il punto su un’infermeria abbastanza affollata: “Paolucci non è ancora convocabile, mentre Petrella e Berardi saranno in panchina, anche se non sono ancora al 100%. Non mi aspetto una gara facile. L’Alessandria non è più quella di inizio campionato e recentemente ha ottenuto anche buoni risultati“.

adv-235

Fallita l’occasione per tornare alla vittoria fra le mura amiche, l’Alessandria proverà ad allungare la striscia positiva in trasferta. Lontano dal “Moccagatta”, infatti, i Grigi non perdono da cinque giornate di campionato (2 vittorie e 3 pareggi) e hanno ottenuto i risultati migliori. Continuare a muovere la classifica rimane l’obiettivo principale per l’Alessandria, che però deve iniziare a (ri)trovare qualche vittoria per tenere accese le speranze di salvezza. L’ultimo successo risale al 5 novembre, in trasferta, contro la più quotata Lucchese, allora ancora imbattuta fra le mura amiche. Considerate le evidenti difficoltà in fase di costruzione contro squadre chiuse, giocare contro un’Ancona chiamata a fare la partita potrebbe rivelarsi un vantaggio per la squadra di Rebuffi, che recupererà Filip dopo la squalifica.

L’incontro del “Del Conero” sarà diretto da Edoardo Gianquinto della sezione di Parma.