Alessandria, troppe fragilità difensive in avvio: la Reggiana vince 3-2
adv-249

REGGIO EMILIA – Nella ventitreesima giornata si Serie C girone B l’Alessandria Calcio perde 3-2 in casa della capolista Reggiana. Troppo brutta la fase difensiva dei Grigi, che nei primi quindici minuti di gara concede i tre gol con cui i padroni di casa indirizzano il match. Le assenze di Nunzella e Sini contro non aiutano, ma la lunga serie di errori e leggerezze di tutta la retroguardia è un omaggio da non regalare a nessuno, specialmente alla prima della classe.

I gol di Galeandro e Sylla sono sintomo di un attacco che sta trovando continuità, ma la solidità degli avversari e una costruzione macchinosa non hanno fatto arrivare dalle parti di Sylla e poi Cori davvero pochi palloni giocabili.

L’influenza blocca Sini, mister Rebuffi opta per Checchi e Bellucci centrali di difesa, affiancati da Baldi sulla destra e Rota sulla sinistra. Conferma a centrocampo per Nichetti e Guidetti, mentre a supporto di Sylla ci sono Lamesta, Galeandro e Gazoul. Nella Reggiana formazione l’unica novità è Nardi al posto di Muroni, mentre per “arginare” l’emergenza in difesa mister Diana sceglie Luciani, Hristov e Laezza.

L’avvio di gara è frizzante. I padroni di casa spingono sulla sinistra, dove Baldi fatica a contenere Pellegrini. Sugli sviluppi del primo calcio d’angolo, al secondo minuto è proprio l’attaccante di proprietà del Sassuolo a suggerire per Lanini che batte un Liverani non impeccabile. Alla prima discesa nella metà campo avversaria i Grigi pareggiano con Galeandro, che capitalizza un assist di Guidetti. La gioia però dura poco, perché due minuti dopo la Reggiana torna di nuovo avanti. Il calcio d’angolo di Cigarini trova Laezza tutto solo sul secondo palo, da dove è libero di calciare al volo per il 2-1. La fase difensiva grigia fa acqua da tutte le parti e al 15′ arriva il tris degli emiliani, con Guglielmotti che spinge in rete un assist dalla sinistra di Guiebre. Le “imbarcate” subìte sulla destra spingono mister Rebuffi a spostare Baldi sulla sinistra. La reazione dell’Alessandria è nulla fino al 44′, quando Sylla viene atterrato in area da Luciani e dal dischetto accorcia il punteggio sul 3-2.

Nella ripresa è sempre la Reggiana a spingere, ma l’Alessandria è più concentrata e riesce a contenere gli avversari. Al 60′ i primi cambi grigi, con gli ingressi di Pellegrini e del nuovo arrivato Cori al posto di Lamesta e Sylla. La squadra di mister Rebuffi non riesce a rendersi pericolosa dalle parti di Venturi, mentre quella di Diana va al tiro con Cigarini, alto di poco, e Guglielmotti. Nel quarto d’ora finale Gazoul e Bellucci lasciano il posto a Lombardi e Martignago, ma la trama della partita non cambia. All’ultimo minuto i Grigi pareggerebbero, ma l’arbitro annulla per fuorigioco.

REGGIANA – ALESSANDRIA 3-2

MARCATORI: 2′ Lanini (R), 7′ Galeandro (A), 9′ Laezza (R), 15′ Guglielmotti (R), 44′ Sylla (A) su rigore

REGGIANA (3-5-2): Venturi; Luciani, Hristov, Laezza; Guglielmotti, Kabashi, Nardi (68′ Muroni), Cigarini, Guiebre (78′ Fiamozzi); Lanini (68′ Capone), Pellegrini (78′ Varela D.). A disposizione: Voltolini, Vallocchia, Rosafio, Chiesa, Sciaudone. Allenatore: Aimo Diana.

ALESSANDRIA (4-2-3-1): Liverani; Baldi, Checchi, Bellucci (80′ Martignago), Rota; Nichetti, Guidetti; Lamesta (60′ Pellegrini), Galeandro, Gazoul (74′ Lombardi); Sylla (60′ Cori). A disposizione: Marietta, Dyzeni, Mionic, Rizzo, Nunzella, Pellitteri, Ascoli, Ventre. Allenatore: Fabio Rebuffi.

ARBITRO: Frascaro di Firenze.