Calcio Tortona: basta una magia di Mazzocca per battere e agganciare il Saluzzo

CALCIO TORTONA-SALUZZO 1-0 

Marcatore: Mazzocca

Calcio Tortona: Murriero, Giordano, Pavanello, Magnè, Bagnasco, Morabito, Calogero, Manno, Atomei, Mazzocca, Acerbo

adv-379

TORTONA – Il Calcio Tortona rialza la testa dopo due prestazioni negative e supera 1-0 il Saluzzo, agganciandolo in classifica al quinto posto, a quota 46 punti. Il match winner è stato Mazzocca, autore al quinto minuto della ripresa di uno spettacolare calcio di punizione mancino imparabile per il portiere avversario.
L’unica vera palla gol per il Saluzzo è arrivata dopo 15 minuti col tiro a botta sicura di Lapadula ma Murriero ha risposto da campione. Al 19^ ci prova Atomei con un destro da 40 metri senza fortuna, al 22^ Calogero impegna Marcaccini sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 32^ Talarico impegna ancora Murriero con un diagonale. Al 35^ il colpo di testa di Manno è alto di poco, un minuto più tardi Mazzocca coglie il palo al termine di una perfetta ripartenza. E’ solo il preludio al vantaggio che arriva nella ripresa, come detto grazie a Mazzocca. Dieci minuti dopo Manno ci prova ancora con un’inzuccata respinta dal portiere. Nel finale il Calcio Tortona è bravo a non rischiare troppo: il Saluzzo si fa vedere con un tiro di Carli contratto da Bagnasco e con un due colpi di testa di Morero e Lapadula che non centrano lo specchio della porta.
“Sono contentissimo. Stiamo facendo un campionato eccezionale e non volevamo rovinarlo con prestazioni come quelle delle ultime due partite prima di oggi. Ho rivisto il Tortona che aveva battuto il Trino e la Pro Dronero. Volevamo regalarci una Pasqua serena e ce l’abbiamo fatta” ha detto a fine gara mister Arturo Merlo “Dovevamo stare attenti alle loro ripartenze. Magnè, Bagnasco, Morabito e Giordano hanno fatto una partita attenta e il centrocampo ha fatto un ottimo filtro. E poi Mazzocca ha qualità straordinarie e il gol che ha realizzato vale il prezzo del biglietto. Loro non hanno mai creato una palla gol pulita.”

Francesco Conti