adv-881

Ora è ufficiale. Egidio Notaristefano è il nuovo allenatore dell’Alessandria. Ma rispetto alle indiscrezioni della vigilia, però, c’è una novità. Già centrocampista dei grigi alla fine degli anni ’90, l’ex tecnico del Carpi ha firmato un contratto fino al 2014. Non solo traghettatore, quindi, ma punto di partenza di un progetto tecnico a lungo termine. Obiettivo delle prossime sette giornate di campionato sarà tentare di recuperare i cinque punti di ritardo dalla zona play-off e, in parallelo impostare le basi per la prossima stagione. Dall’allenamento di questo martedì pomeriggio, infatti, tutte le gerarchie dello spogliatoio saranno azzerate, nessuno escluso. “Tutti i calciatori in organico si giocano il loro futuro con questa maglia” ha ricordato il presidente dell’Alessandria, Luca Di Masi “ e il discorso vale anche per chi ha un contratto fino al 2014. Solo chi se lo meriterà scenderà in campo. Voglio vedere una squadra dal DNA guerriero, in grado di reagire alle difficoltà. I play-off possono ancora essere raggiunti, ma dovrà cambiare la mentalità.”

Ed è stata proprio la presenza del presidente Di Masi a far propendere mister Notaristefano per il sì all’Alessandria, una società seria e stabile. Allenare in Seconda Divisione, invece, non sarà vissuto dal tecnico come una dimuzione, perché il pubblico e la piazza “valgono la serie B, basta solo far riaccendere la passione. Da calciatore mi sono sentito amato da questa città. Ho avuto la fortuna di aver visto il Moccagatta pieno, vorrei rivivere quelle sensazioni. Per questo voglio che i miei giocatori non abbiamo paura di sbagliare, devono osare.” A proposito del modulo di gioco, Notaristefano non partirà con nessuna idea precisa, ma valuterà le caratteristiche dei giocatori. Difficile, però, la riproposizione del 4-3-1-2 finora adottato, perché “occorrerebbero due terzini che riescano a garantire molta spinta sulle fasce, per poter sfruttare il campo in tutta la sua ampiezza.”  Anche in questo scorcio finale di stagione, comunque, verrà mantenuta la regola del minutaggio, con tre under 21 inseriti subito nella formazione titolare. Sono ancora due le partite dove il mister avrà la possibilità di “trasgredire”. 

Oltre a rimettere tutti in discussione, Notaristefano imposterà per Cammaroto e compagni anche una diversa organizzazione della giornata. Le sedute di allenamento, infatti, saranno fissate al mattino: “è il modo migliore per regolare la giornata tipica dell’atleta: sveglia presto-colazione-allenamento-pranzo-riposo pomeridiano-cena.” Il vice allenatore sarà Giampaolo Ceramicola, già collaboratore di Notaristefano al Carpi.

adv-832