Immagine Il presidente grigio Di Masi: ‘con Rantier ecco l’acquisto a sorpresa. E non e’ finita qui…’
adv-49

Un vero e proprio colpo a sorpresa quello di Julien Rantier, in casa Alessandria. Su di lui è stato sempre mantenuto il più stretto riserbo e oggi la proprietà si può già godere un organico quasi ultimato, corredato in attaco da una coppia che promette gol e spettacolo, come quella formata dal francese e da Ferrari. E non è finita qui. Lo ha annunciato, ai nostri microfoni, il presidente Luca Di Masi.

“Rantier è un giocatore importantissimo, al culmine della sua carriera con 90 presenze negli ultimi tre anni. E’ in condizioni fisiche perfette. Ha avuto tanta voglia di venire ad Alessandria e vuole cominciare quanto prima la stagione. In seconda divisione non è mai sceso, offre grandissime garanzie, visto che ha disputato i playoff con Perugia e Taranto.”

adv-399

D- Chi arriverà nei prossimi giorni?

“Mancano un centrale difensivo, un esterno di centrocampo e due punte, una delle quali dovrebbe arriverà entro giovedì, insieme ai primi due. Potrebbe essere Luigi Scotto, dal Savona, dobbiamo ancora limare alcuni aspetti ma è molto vicino. E’ giovane, ha 23 anni e ci interessa. In difesa dovrebbe arrivare un elemento il cui nome ancora non è uscito. Dal punto di vista delle caratteristiche ci offre molte garanzie, visto che può giocare sia a destra che a sinistra. Con lui c’è in ballottaggio Angelo Siniscalchi.”

adv-540

D- Anche centrocampo e difesa saranno reparti completati a breve?

“Si, a centrocampo arriverà uno tra Spighi, del Rimini, o Davide Semenzato, 27enne ex Treviso. In retroguardia, poi, ufficializzeremo un elemento che può giocare sia nel centrodestra sia sul centrosinistra. Come Rantier è un nome che non è mai uscito.”

D- In attacco, infine, l’Alessandria resta alla finestra per un altro nome di livello, magari tra coloro che oggi non si trasferirebbero in seconda divisione e potrebbero farlo tra qualche settimana?

“Si, vogliamo tenere libera la quarta casella, per osservare come si muoverà il mercato. Con Rantier e Ferrari siamo già messi molto bene. Dopo Scotto, per la quarta punta ci guarderemo intorno, senza la necessità di portarla in ritiro, non abbiamo fretta. Valuteremo col mister se dovrà essere una prima o una seconda punta. C’è tanto tempo.”

D- Vista l’evoluzione della campagna di rafforzamento per Taddei ci sono meno speranze?

“Di certo andremo in ritiro senza Taddei, per il momento la trattativa è stata intavolata, col giocatore che vorrebbe venire. Il mister dirà se servirà una prima o una seconda punta. Certo, Rantier e Scotto potrebbero giocare da seconda punta mentre per Ferrari manca l’alternativa. Vedremo.”

D-Intanto per questo giovedì sera si prospetta una serata spumeggiante, alla Cittadella…

“Si, la Cittadella è un posto magico. Presenteremo tante iniziative, oltre alla squadra che ritengo già ora molto competitiva. Proietteremo alcuni filmati, formalizzeremo la campagna abbonamenti, sarà emozionante, come la stagione che siamo pronti a iniziare. Spero che i tifosi accorrano numerosi.”