adv-467

Solo uno dei due ex Rimini, oggi, sarà in campo a difendere i colori dell’Alessandria. Se Spighi, infatti, sarà regolarmente a disposizione di mister Egidio Notaristefano, Riccardo Taddei guarderà la partita dalla tribuna. Il problema al quadricipite del fantasista costringerà il tecnico grigio a trovare una soluzione alternativa. Toccherà a capitan Ferrini giocare a fianco di Scotto e Rantier. Il centrocampista cambia ancora ruolo, dopo aver giocato da esterno sinistro nove giorni fa contro la Spal. L’altra defezione annunciata in casa mandrogna sarà quella di Luca Mora, sostituito sulla fascia mancina da Roberto Sabato. Tutto confermato nel reparto difensivo, con Poluzzi tra i pali e Mariottti-Viviani-Cammaroto in retroguardia. L’Alessandria torna per la seconda volta consecutiva al Moccagatta, contro una squadra dell’Emilia Romagna ma, dopo il pareggio senza reti contro la Spal, c’è ancora più voglia di tornare a assaporare la vittoria. Rispetto al match dello scorso venerdì, però, si prospetta una gara meno “bloccata”, col Rimini che difficilmente scenderà in campo con l’unico scopo di difendere la propria porta. Il 4-3-3 di mister Osio presuppone una formazione pronta a giocare a viso aperto, cercando quel successo che ancora manca in campionato lontano dalle mura amiche. Se in casa il Rimini può vantare un percorso netto con tre vittorie su tre, in trasferta ha perso contro il Bassano e pareggiato contro Santarcangelo e Monza. Contro l’Alessandria mancheranno Gasperoni e Zanigni, mentre Martinelli torna a disposizione dopo il turno di squalifica. In difesa Andrea Brighi dovrebbe sostituire Ferrari, mentre in attacco confermato il tridente Fall-Nicastro-Baldazzi. Fischio d’inizio alle 15.