Grigi: a Castiglione per sorridere anche lontano dal Mocca

Per verificare la riuscita di un esperimento serve sempre la controprova. Anche il calcio può essere scienza visto che la gara di oggi può essere considerata una sorta di “cartina tornasole” sull’effettiva ripresa dell’Alessandria in campionato. I numeri legati ai grigi, tra casa e trasferta, finora sono infatti diametralmente opposti. Tra le mura amiche, infatti, Cavalli e compagni hanno vinto sei volte su dieci, solo il Bassano ha fatto meglio con otto successi e, con la formazione veneta, i mandrogni vantano anche il primato dell’imbattibilità casalinga, mai una sconfitta davanti ai propri tifosi. In trasferta, però, è tutta un’altra musica: appena due i successi, contro Real Vicenza e Bellaria, mentre sono ben sei le sconfitte, le stesse totalizzate dal Bellaria penultimo in classifica. Di peggio c’è solo il rendimento del Bra, fanalino di coda, battuto dieci volte lontano dal Paschiero. L’incrocio col Castiglione può, e deve, rappresentare una svolta. La squadra di mister Ciulli, di contro, è l’unica compagine del girone a non aver mai vinto sul campo casalingo, ben sette i pareggi e tre sconfitte. Rispetto a domenica scorsa, inoltre, in casa grigia sono tornati diversi elementi e mister D’Angelo potrà permettersi il lusso di scegliere. Davanti a Poluzzi, infatti, toccherà al trio di retroguardia formato dal nuovo arrivato Ferrani, oltre a Cammaroto e Sirri, in mediana Spighi e Mora agiranno sulle fasce, con Baiocco, Cavalli e Valentini in mezzo. Davanti agiranno Morga e Rantier, con Taddei e Marconi pronti a subentrare dalla panchina in caso di necessità. Fischio d’inizio alle 14.30. 

Foto tratta dalla pagina Fb dell’Alessandria 

adv-576