Il Bentegodi teatro della sfida tra i grigi e la Virtus, in cerca di rimonta

Sarà lo stadio Bentegodi di Verona a ospitare, domenica alle 15, la sfida tra Virtus Vecomp e Alessandria, in Seconda Divisione. I grigi tornano nella città scaligera dopo il 2-0 incassato dall’Hellas, durante la Prima Divisione del 2010/2011. Nel girone di ritorno, però, Artico e compagni gustarono la “vendetta” sportiva con un successo memorabile al Moccagatta. Dopo l’incertezza degli ultimi giorni, quindi, la Lega di serie A ha dato l’ok, dopo il placet della società rossoblu e l’amministrazione veronese. Questa domenica, infatti, lo stadio di Legnago solitamente utilizzato dalla squadra di mister Fresco nelle gare casalinghe, ospiterà il match tra il Legnago e l’Alzano Cene. Per preparare la trasferta in Veneto, questo pomeriggio, l’Alessandria affronterà in amichevole l’Asca Galimberti, formazione che milita in Promozione. Fischio d’inizio alle 15, allo stadio Moccagatta.

Sull’altra sponda, il match contro i grigi di domenica è quasi una finale per la Virtus Vecomp, precipitata fuori dalla zona playoff della Seconda Divisione. La formazione di mister Fresco sta disputando un girone di ritorno in calando. La vittoria manca da otto partite e solo contro le già retrocesse Bra e Bellaria i rossoblu sono usciti dal campo a braccia alzate. Nelle ultime tre uscite, però, i veronesi hanno sempre pareggiato contro Rimini, Torres e Renate. Domenica l’organico sarà tutto a disposizione di mister Fresco, eccetto il difensore Iori, infortunato. Potrebbe essere confermato, quindi, il 5-3-2 iniziale schierato domenica scorsa contro il Renate, anche se il cambio di modulo a gara in corso (il 4-3-3, ndr) ha dato i suoi frutti. Davanti, ad esempio, Odogwu si candida a una maglia da titolare a fianco di Scapini e Pompilio, dopo il gol che ha fruttato il pareggio contro i nerazzurri.