adv-491

ALESSANDRIA – PIACENZA 2-0

Marcatore: Arrighini (AL) al 42′ e al 64′

ALESSANDRIA – Torna il sorriso in casa Alessandria, che batte 2-0 il Piacenza e torna a muovere la classifica dopo il passo falso infrasettimanale contro l’Albinoleffe. Le manovre difensive e offensive sono migliorabili, ma a contare maggiormente oggi era il risultato e la doppietta di Arrighini regala tre punti importanti, tanto per il morale quanto per la classifica. Tra le note positive, oltre al numero 11 grigio, anche Di Quinzio, in costante crescita e sempre più in sintonia con Celia, su quella fascia sinistra da cui oggi la squadra di Gregucci ha creato le occasioni migliori. E se non c’è Celia, ci pensa Rubin, che al 58′ prende il posto del 3 e dopo sei minuti serve un cross di altra categoria per il secondo gol di Arrighini che chiude la contesa. Nonostante una prova opaca di Cosenza e l’infortunio in avvio di Prestia, la retroguardia regge e i Grigi tornano a non subire gol, altro dato che farà sorridere Gregucci e il suo staff.

adv-536

Contro il Piacenza mister Gregucci cambia soprattutto in difesa, con il ritorno dal primo minuto di Cosenza e Bellodi al fianco di Prestia. Ma l’avvio di gara è sfortunato proprio per la retroguardia: al 3′, dopo uno scontro di gioco con un compagno di squadra, il portiere grigio Pisseri è costretto alle cure mediche, mentre al 12′ Prestia alza bandiera bianca e viene sostituito da Blondett, che fa scalare Bellodi sulla destra. Al 22′ la prima occasione per la squadra di Gregucci, con Eusepi che di testa gira di poco alto sopra alla traversa. Al 39′ è di nuovo l’Alessandria a rendersi pericolosa: il tiro da fuori di Casarini viene ribattuto con i pugni da Vettorel, mentre la ribattuta di Blondett viene murata. Tre giri di lancette e l’Alessandria passa in vantaggio. Verticalizzazione precisissima di Casarini per Arrighini, che supera Bruzzone e Vettorel e con un guizzo deposita in rete. La risposta degli ospiti è immediata, complice un errore di Cosenza. Ma Pisseri è super nell’opporsi a Gonzi.

Nella ripresa il Piacenza parte forte e al 58′ mister Gregucci inserisce forze fresche: Suljic e Rubin al posto di Castellano e Celia. Il cambio si rivela propizio: al 64′ è proprio Rubin a servire un cross al bacio per Arrighini che di testa trafigge per la seconda volta Vettorel. Gli ospiti non accusano il colpo e continuano a premere sull’acceleratore, ma l’Alessandria si difende a denti stretti, senza correre particolari pericoli. Mister Gregucci getta nella mischia anche Stijepovic e Chiarello al posto degli applauditissimi Arrighini e Di Quinzio, entrambi autori di una grande prova. I tentativi  degli ospiti di riaprire la gara vengono gestiti senza particolari affanno fino al fischio finale, che rilancia l’Alessandria nelle zone nobili della classifica

adv-315