adv-644

ALESSANDRIA – Una doppietta per ripartire. Andrea Arrighini è l’uomo del match in casa Alessandria. Con la sua doppietta ha piegato il Piacenza e rilanciato le ambizioni dei grigi, ora quinti in classifica alla pari con la Pro Sesto e con la capolista Renate, prossima avversaria sabato, distante appena cinque lunghezze. “Nel primo gol avevamo la difesa aperta ed è stato bravo Casarini a lanciarmi in profondità. Il secondo è tutto merito del bel cross di Rubin, un ragazzo che ci da sempre una grande mano, che si allena sempre al massimo”. 

“La vittoria di domenica deve essere un punto di partenza dopo il passo falso di mercoledì che avrebbe potuto lasciare scorie” ha detto Arrighini a fine gara “invece abbiamo dato una risposta importante, anche se c’è ancora tanta strada da fare, Vogliamo essere protagonisti. Nel primo tempo abbiamo faticato a trovare ultimo passaggio, poi nel secondo tempo non abbiamo rischiato nulla, è importante sacrificarsi l’uno per l’altro. Forse mercoledì cercavo troppo l’ampiezza e lasciavo solo Eusepi dentro l’area, è importante essere più centrale”.

“Questa è la C” ha aggiunto l’attaccante dobbiamo saperci calare bene nel campionato. Servono di più i sacrifici che le qualità, e molti si sono fatti trovare pronti, magari non siamo stati belli in alcuni tratti ma dobbiamo essere cinici. Ora serve continuità, dobbiamo fare molta legna”. 

adv-740