Alessandria Calcio centra il tris: Eusepi stende la Juventus U23 e rilancia i Grigi

JUVENTUS U23 – ALESSANDRIA 1-0

Marcatore: Eusepi (AL) all’80’.

ALESSANDRIA – La classifica chiama, l’Alessandria risponde. I Grigi sconfiggono 1-0 la Juventus U23 e sfruttano al meglio i mezzi passi falsi delle avversarie, issandosi al momentaneo quarto posto in graduatoria. A decidere la “trasferta” del Moccagatta sono l’esperienza e l’estro di Eusepi, che all’80’ trova la zampata vincente su assist di Corazza. Come in occasione del “derby del Quadrilatero” contro la Pro Vercelli, il gol decisivo arriva dopo un’occasionissima degli avversari: in questo caso a salvare Pisseri, attentissimo in almeno altre tre occasioni su Brighenti e Fagioli, è la traversa colpita da Correia.

L’Alessandria centra così la terza vittoria consecutiva, la seconda senza subire reti, supera in classifica proprio i bianconeri e si avvicina al meglio ai due impegni ravvicinati prima della sosta di Natale contro Pro Sesto in casa e Pergolettese in trasferta.

adv-369

Mister Gregucci preferisce Scognamillo a Blondett al fianco di Cosenza e Prestia, mentre a centrocampo Casarini prende il posto dello squalificato Suljic. A supporto di Arrighini ed Eusepi torna titolare Di Quinzio. L’allenatore bianconero Zauli, invece, si affida all’esperienza di Brighenti in attacco, con Rafia e Fagioli a supporto. A centrocampo confermato dal primo minuto Correia, reduce da un momento molto positivo nelle ultime partite. A completare la mediana Peeters, Ranocchia e Wesley, mentre la difesa a tre vede capitan Coccolo affiancato da Delli Carri e Capellini.

I risultati degli anticipi, con i mezzi passi falsi di molte squadre ai piani alti, aumenta la posta in palio. Il primo tempo non regala grandi emozioni, con la Juventus U23 che nella prima mezz’ora cerca di sfondare il muro grigio, ma dalle parti di Pisseri è pericolosa solo con Brighenti al 16′, ma il portiere grigio si allunga e devia in angolo. La squadra di mister Gregucci esce dalla tana intorno alla mezzora e conquista tre calci d’angolo. Proprio sull’ultimo arriva l’occasione più nitida, con Castellano che trova Cosenza sul secondo palo. Il colpo di testa del numero 5, però, trova un grande Bucosse, che si oppone di piede.

In avvio di ripresa Blondett prende il posto dell’ammonito Scognamillo, senza quindi variare lo schieramento. A rendersi pericolosa però è la Juventus, con Fagioli che si accentra dalla sinistra e tira, ma Pisseri è di nuovo attento. L’Alessandria prova a distendersi sulla fascia destra, con Arrighini che mette al centro, ma Eusepi e poi Di Quinzio non ne approfittano. Al 68′ tocca a Rubin, entrato al posto di Celia, propiziare per Arrighini, il cui assist per Eusepi viene intercettato dalla retroguardia bianconera. Mister Gregucci inserisce forze fresche in attacco, con Corazza e Chiarello al posto di Arrighini e Casarini, ma al 74′ è ancora Fagoli a chiamare Pisseri a un intervento complicato. Pochi minuti dopo è la traversa a salvare Cosenza e compagni, colpita da Correia al termine di una bella serpentina ai danni di Blondett. Scampato il pericolo, l’Alessandria passa in vantaggio: all’80’ è Eusepi a capitalizzare d’esperienza ed estro un cross di Corazza. Nel finale la squadra di Gregucci difende bene, senza correre rischi fino al triplice fischio.