Alessandria Calcio spietata: dopo un primo tempo anonimo Suljic castiga una Pergolettese sprecona
adv-132

PERGOLETTESE – ALESSANDRIA 0-1

Marcatore: Suljic al 60′.

CREMA – Nell’ultima gara del 2020 l’Alessandria batte in trasferta 1-0 la Pergolettese al termine di una gara per ampi tratti dominata dai lombardi. A decidere l’incontro un gol di Suljic al 60^. Determinanti, però, i due errori dal dischetto di Bortoluz e Panatti, le tante occasioni sprecate dagli avversari e gli interventi di un superlativo Pisseri, che para il primo rigore e tiene a galla i suoi, specialmente nel primo tempo. In contemporanea il Renate batte 2-1 la Juventus U23 al Moccagatta e rimane a otto punti di vantaggio sui Grigi, che alla ripresa saranno chiamati alla sfida casalinga contro il Como, attuale seconda forza del girone.

Rispetto alla gara pareggiata 1-1 contro la Pro Sesto, mister Gregucci apporta diverse modifiche all’undici titolare: in difesa Macchioni preferito a Scognamillo al fianco di Blondett e Cosenza; la linea di centrocampo è formata da Castellano, Di Quinzio e Chiarello, con Mora preferito a Parodi sulla fascia destra e Celia sulla sinistra. In attacco è Corazza ad affiancare Eusepi.

adv-358

Il primo tempo è un monologo della Pergolettese, che già al 7′ potrebbero passare in vantaggio dagli undici metri per un calcio di rigore provocato da un fallo di mano in area di Di Quinzio. Il penalty di Bortoluz, però, viene parato da Pisseri. Nei minuti successivi è ancora il superlativo portiere grigio a tenere a galla i suoi, con una deviazione sul tiro di Panatti che poi colpisce il palo. I padroni di casa continuano a creare grattacapi alla retroguardia alessandrina, difettando però in fase realizzativa. Nei cinque minuti finali gli ospiti provano ad alzare la testa, ma Mora è impreciso mentre al 41′ Ghidotti devia in angolo una punizione di Di Quinzio.

Nella ripresa parte ancora forte la Pergolettese, ma Villa spreca da buona posizione. Al 58′ mister Gregucci cerca di cambiare l’inerzia del match, inserendo Suljic e Parodi al posto di Chiarello e Mora, e il cambio si rivela subito vincente: al 60′ Suljic sfrutta una palla vagante in area e supera Ghidotti. I Grigi prendono coraggio, ma al 68′ viene assegnato un altro calcio di rigore ai padroni di casa per un fallo di mano di Cosenza. Questa volta sul dischetto si presenta Panatti, che calcia fuori, graziando nuovamente l’Alessandria. Nelle fila degli ospiti entrano anche Arrighini e Casarini al posto di Corazza e Di Quinzio, per tentare di arginare i tentativi di rimonta dei padroni di casa. All’ultimo minuto di recupero l’occasione più ghiotta per i padroni di casa, con Scardina che di testa sfiora il palo alla destra di Pisseri. E’ l’ultima emozione del match.