Alessandria Calcio affossata dagli ex: il Cesena passeggia 3-1

CESENA – Trasferta da dimenticare per l’Alessandria Calcio, che nella diciannovesima giornata di Serie C girone B cade 3-1 in casa del Cesena. A decidere l’incontro i gol di due ex Grigi, Prestia e Corazza su assist di Coccolo, intervallati dal momentaneo pareggio su rigore di Martignago e dal centro di Ferrante.

adv-31

Tolta la maggior caratura degli avversari, a preoccupare è l’atteggiamento della squadra di mister Rebuffi, apparsa più che mai arrendevole e nervosa, come testimoniano il rosso a Rota e l’uscita dal campo di Sini, che in occasione della sostituzione si è recato direttamente in panchina senza considerare il compagno subentrante e l’allenatore.

La contemporanea vittoria del San Donato a Fiorenzuola costa una posto all’Alessandria, scivolata in diciottesima posizione in attesa dei posticipi casalinghi di Olbia e Montevarchi.

Come previsto da mister Rebuffi, il Cesena parte forte e dopo undici minuti passa in vantaggio con l’ex grigio Prestia, che di testa segna il suo primo gol stagionale. L’Alessandria accusa il colpo e Marietta deve impegnarsi per tenere a galla i suoi sui tentativi di Ferrante. I Grigi faticano e ci provano con Nepi, che difetta prima di potenza e poi di precisione. Al 35′, però, arriva il gol del pari: in area di rigore Rota ruba palla ad Adamo e viene atterrato dallo stesso centrocampista bianconero. Dal dischetto Martignago non sbaglia e sigla il suo primo centro in campionato. Gli ospiti prendono coraggio e con il solito Nepi mettono i brividi a Tozzo, bravo ad anticipare l’attaccante grigio lanciato in verticale.

In avvio di ripresa a dettare il ritmo è di nuovo il Cesena, che torna in vantaggio al 48′ grazie a un preciso sinistro a giro di Ferrante. I padroni di casa non lasciano spazi ai Grigi e al 56′ segnano il terzo gol, ancora a firma di ex: in occasione di un corner il neoentrato Coccolo spizza per il tap-in di Corazza. L’Alessandria avrebbe l’occasione per rientrare in gara, ma su cross di Speranza è di nuovo Nepi a sciupare tutto. Mister Rebuffi prova a dare la scossa, inserendo Sylla e Baldi al posto di Nepi e Nunzella, ma 62′ Rota interviene fallosamente su Brambilla e vede sventolarsi il secondo giallo di giornata. Da quel momento la partita è un monologo del Cesena. Gli ingressi di Perseu, Lombardi e Bellucci non apportano miglioramenti e serve una bella parata di Marietta per non rendere il passivo ancora più pesante.

Nella prossima gara l’Alessandria ospiterà venerdì 23 dicembre alle 14.30 l’Imolese, altra squadra in piena crisi nella corsa alla salvezza: per Sini e compagni un’ultima spiaggia prima di una sosta quanto mai fondamentale per decidere il futuro di una squadra in evidente difficoltà.

Immagine tratta da Elevensports.com

CESENA – ALESSANDRIA 3-1

MARCATORI: Prestia (C) all’11’, Martignago (A) su rigore al 35′, Ferrante (C) al 48′, Corazza (C) al 56′

CESENA (3-5-2): Tozzo; Ciofi (82′ Celiento), Prestia, Mercadante; Zecca (73′  Albertini), Bianchi, Brambilla, Chiarello (46′ S.Shpendi), Adamo (46′ Coccolo); Corazza (68′ C.Shpendi), Ferrante. A disposizione: Minelli, Lewis, Kontek, Pieraccini, Bumbu, De Rose, Saber, Francesconi, Udoh. Allenatore: Domenico Toscano.

ALESSANDRIA (4-2-3-1): Marietta; Rota (espulso al 62′), Checchi, Sini (83′ Bellucci), Nunzella (60′ Baldi); Nichetti, Speranza (77′ Perseu); Pellegrini (77′ Lombardi), Galeandro, Martignago; Nepi (60′ Sylla). A disposizione: Liverani, Rossi, Podda, Costanzo, Mionic, Rizzo, Ghiozzi, Filip. Allenatore: Fabio Rebuffi.

ARBITRO: Rinaldi di Bassano del Grappa.