L’Alessandria dice addio alla Coppa Italia Lega Pro: a Cremona un doppio Magnaghi elimina i grigi

CREMONESE – ALESSANDRIA 2-1

adv-281

Marcatori: Magnaghi, Terigi, Magnaghi

Alessandria: Vannucchi, Guerriera, Sperotto, Vitofrancesco, Morero, Terigi, Boniperti, Cittadino, Marconi, Loviso, Fischnaller

adv-320

CREMONA – Sfuma il terzo obiettivo stagionale dell’Alessandria dopo il 2-1 incassato allo Zini dalla Cremonese. Una doppietta di Magnaghi ha infatti condannato i grigi all’eliminazione. Illusorio il pareggio di Terigi, arrivato a pochi minuti dall’intervallo. Come da previsioni mister Gregucci ha operato un robusto turn over e ha dato spazio a chi ha giocato di meno: buone, in particolare, le indicazioni arrivate dall’ultimo acquisto Guerriera, protagonista di diverse discese sulla fascia.

Primo tempo frizzante e ricco di occasioni: i grigi ci provano al 6^ con una discesa di Guerriera che, in collaborazione con Fischnaller, libera al tiro Cittadino ma l’ex Feralpi non inquadra la porta. Al 12^ Marconi si divora la palla del possibile vantaggio colpendo male di testa su un cross di Vitofrancesco. La sfera finisce, infatti, sull’esterno della rete. Il pericolo scampato dalla Cremonese fa svegliare i padroni di casa che rispondono con un sinisto di Suciu alto di poco sulla traversa ma con Vannucchi sulla traiettoria. Al 22^ ci prova Fischnaller ma il suo destro è troppo alto per impensierire Galli. Un minuto dopo si fa vedere Magnaghi che si gira bene ma spara fuori un destro potente. Il numero 9 grigiorosso, però, ha il piede caldo e lo dimostra tre minuti dopo girando in rete da pochi passi dopo l’appoggio di testa di Zullo. Al 36^ Marconi mette i brividi alla retroguardia dei padroni di casa sfiorando di testa un cross di Vitofrancesco. L’attaccante viene disturbato da un difensore e non riesce a inquadrare la porta. Al 39^ Vitofrancesco raccoglie una palla vagante e di destro colpisce l’incrocio dei pali. Dal successivo calcio d’angolo Terigi è il più lesto di tutti a mettere in fondo al sacco una palla vagante e per l’Alessandria arriva il meritato pareggio.

Nella ripresa la Cremonese parte subito forte con una botta dalla distanza di Magnaghi, respinta di pugno da Vannucchi. I ritmi si abbassano ma l’Alessandria non rinuncia ad attaccare. Al 58^ sgroppata di Guerriera che serve in mezzo Boniperti ma l’ex Mantova cicca la palla. Al 69^ il neoentrato Iocolano rientra sul sinistro ma la conclusione è fuori misura. Al 74^ scorribanda di Sperotto sulla fascia mancina e il sinistro dell’ex Arezzo impegna Galli sul primo palo. Un minuto dopo, però, Magnaghi pesca dal cilindro un destro potente dalla distanza che trafigge Vannucchi, forse infastidito dal sole in faccia. La Cremonese legittima il vantaggio con un sinistro da fuori di Ciccone ma Vannucchi è bravo a distendersi e a deviare sul palo. A cinque minuti dalla fine splendida discesa di Iocolano che lascia sul posto Guglielmotti e pesca Vitofrancesco ma il tiro del centrocampista grigio è contratto da Marconi. Dopo più di quattro minuti di recupero l’arbitro fischia la fine.

Il commento di mister Angelo Gregucci in sala stampa [mp3 src=”gregucci_post_cremonese”] [mp3 src=”gregucci_post_cremonese_2″]