Alessandria: il ds Magalini alla ricerca dell’ultimo tassello. “Un esterno di centrocampo”
adv-712

ALESSANDRIA – All’Alessandria manca ancora un tassello per completare una campagna acquisti già oggi sontuosa. Mentre la squadra tornerà dal ritiro di Bardonecchia sabato mattina, alla vigilia dell’esordio in Tim Cup, contro il Teramo, il direttore sportivo Giuseppe Magalini lavora sull’ultimo nuovo arrivo. “Valutiamo ancora un centrocampista esterno” ha sottolineato il ds ai nostri microfoni “Stiamo monitorando la situazione con dei prospetti ma non abbiamo fretta. Puntiamo su un giocatore che possa ricoprire entrambe le fasce, importante e che garantisca continuità di rendimento. Ad oggi sugli esterni abbiamo Marras e Iocolano, vorremmo acquistarne un altro giocatore per averne tre in concorrenza per due posti.”

Qualche intoppo imprevisto, invece, a proposito di due giocatori in uscita. “Su Loviso il Livorno ha messo in stand by la trattativa che otto giorni fa sembrava in dirittura d’arrivo. Per il giocatore la piazza toscana sarebbe la prima scelta ma serve una sintonia reciproca. Nel frattempo stiamo anche esaminando altre destinazioni. Ad oggi non so quando questa trattativa potrà sbloccarsi. Picone, poi, non rientra nei piani con l’Ancona. Terigi invece è in ritiro con la Robur Siena e se sta bene sarà ufficializzato.

Oltre a questi nomi nessun altro saluterà l’Alessandria, nemmeno in attacco dove l’arrivo di Gonzalez ha aumentato la concorrenza. “In attacco non ci saranno uscite, numericamente non possiamo permettercelo” ha precisato Magalini “gli attaccanti saranno quattro in concorrenza per due posti, così come in difesa. E Gonzalez non giocherà da esterno, lo abbiamo preso perchè faccia gol.”

adv-595

E chissà che “El Cartero” non possa già timbrare il cartellino domenica, contro il Teramo. “La squadra ha lavorato molto” ha concluso Magalini “E’ normale essere stanchi. In Coppa Italia cercheremo di fare bene ma di sicuro la forma non sarà smagliante. A maggior ragione se farà caldo. E’ stato un ritiro costruttivo, dal punto di vista della conoscenza tra i reparti e dei giocatori. E poi il nostro obiettivo principale sarà il campionato.”