L’Ovadese non va oltre l’1-1 con il Trofarello

OVADA – Ovadese e Trofarello si dividono la posta. C’è rammarico per il risultato e per gli episodi che hanno indirizzato la partita, soprattutto in occasione del pareggio dei torinesi. Il Direttore di gara, infatti, ha lasciato correre un fallo a favore dell’Ovadese, consentendo al Trofarello di entrare in area e conquistare il rigore, proprio al termine del primo tempo.

Il tecnico ovadese analizza così la partita: “I ragazzi hanno approcciato la gara in maniera perfetta, anche se sapevamo di avere degli squilibri dal punto di vista tattico. Pensavo di soffrire di più, invece i ragazzi sono stati eccezionali, hanno fatto tutte le giocate che avevamo preparato e tutte le volte ci siamo resi pericolosi. Se voglio trovare una parte negativa, saranno passate in area una quindicina di palle e non l’abbiamo mai presa noi. Abbiamo comunque lavorato bene sulla costruzione, nella rifinitura laterale con ottime giocate, ma non siamo stati bravi sotto porta. Non per errori tecnici, ma perché non ci siamo fatti trovare”.

adv-329

Ottimo primo tempo quindi dei padroni di casa che passano in vantaggio con Mutti, fino all’episodio contestato al termine della prima frazione. Raimondi commenta così: “Prima del rigore c’era un fallo gigante su Mazzon, anche se ci può stare che può non averlo visto, non sto a sindacare la questione. Sono i minuti di recupero che non hanno un senso e non l’ho proprio capito. Ci sta far battere la punizione, ma quando l’intervento di Gaione permette alla palla di uscire dall’area, mi aspetto che fischi la fine, invece ha fatto continuare l’azione che ha portato al calcio di rigore. Mi sono arrabbiato molto per questo motivo”. Nel secondo tempo, l’Ovadese prova a portare a casa i tre punti, ma con meno lucidità del primo tempo. Prossimo impegno a Basaluzzo alle 14.30, in casa dell’Arquatese di Mister Maurizio Vennarucci, tornata alla vittoria da Pozzomaina.