L’alessandrino Pico Maccario al via della Mille Miglia

E’ targata Alessandria la 32a Edizione della mitica Mille Miglia, la storica competizione d’auto d’epoca che prende il via questo giovedi da Brescia. Tra i 435 equipaggi ammessi infatti ci saranno il pilota Davide Pico Maccario – titolare sia dell’omonima azienda vitivinicola con sede a Mombaruzzo nonché di Bolidea con sede ad Alessandria – affiancato dal navigatore Sergio Piana, di Alessandria Auto, con il numero 268. I due viaggeranno su una Lancia Aurelia B20 II serie del 1953 targata AL.

adv-766

“Un’idea nata dalla mia passione per i motori e grazie agli amici Fulvio e Matteo Maifrini di Alkatec. Ci tenevo a partecipare per due motivi: la mia passione anche per le auto d’epoca e secondo per la macchina con cui partecipiamo che è targata originale Alessandria. La prima volta ad una manifestazione di questo livello internazionale è motivo ulteriore di orgoglio per me, per l’azienda e la città. Essere alla gara automobilistica più bella del mondo come la definiva Enzo Ferrari, per un appassionato di motori credo sarà emozionante e un palcoscenico di prova non facile di fronte al mondo. Il tragitto ci vede impegnati da Brescia a Roma e viceversa passando per numerose località italiane. L’entusiasmo è alto e anche la voglia di arrivare bene in finale.” Davide Pico Maccario si esprime così il giorno prima la partenza per quella che sarà una manifestazione senza precedenti. A riprendere infatti, alcune fase salienti della Mille Miglia e della ‘passeggiata’ sotto le Due Torri di Bologna, ci sarà anche una troupe cinematografica cosi la kermesse entrerà a far parte di un film che, secondo le intenzioni della produzione, dovrebbe essere presentato a Cannes il prossimo anno.

Davide Pico Maccario inoltre spiega che “quest’anno la Mille Miglia vedrà gareggiare due premi Oscar, tra gli altri nomi non certo meno altisonanti. 80 prove cronometrate, 34 nazioni e 5 continenti rappresentati. Alessandria ci sarà a far sentire il suo motore. Siamo pronti. Con noi ci saranno infatti Jacky Ickx, ex pilota Ferrari in Formula Uno; su Jaguar arriverà Bruno Senna, nipote del grande Ayrton; il conduttore e comico televisivo statunitense Jay Leno, anche lui su Jaguar. Insomma con la nostra Lancia tutta italiana e la targa alessandrina ci sarà già un bel confronto.”

adv-697