monferrato_rugby
adv-672

ASTI – Monferrato Rugby voleva terminare la stagione di serie B con una bella prestazione davanti ai propri tifosi, e i ragazzi di coach Mandelli non hanno tradito le attese: vittoria 66-25 contro Capoterra, 10 mete a 4, in una giornata di addii, in particolare quelli del mediano Leva e del tecnico Mandelli.

I monferrini scendono in campo nella prima frazione di gara con in mischia cinque uomini che in media non raggiungono i vent’anni. Ha inoltre esordito da titolare in seconda linea Gabriele Garbarino, ragazzo dell’Under 18. Questi esperimenti sono stati fatti pensando già alla prossima stagione.

Il primo tempo è più combattuto, parte forte il Capoterra con una meta tecnica al 5′, ma la reazione di Monferrato è immediata: due mete tra il minuto 7 e il minuto 9 (Cullhaj e Rinero), trasformate entrambe da Zucconi per il 14-7. Accorcia Capoterra con una meta al 22′, ma i monferrini con Brumana e Minoletti chiudono il primo tempo 25-14.
Nella ripresa entrano per il Monferrato i veterani Carafa, Mandelli, Gallo e Cavallini, e l’equilibrio si spezza. Al 10′ Leva viene sostituito da Ciuffrida. Per Emanuele Leva, mediano intelligente e tenace e bandiera dell’Asti Rugby, è l’ultima partita in carriera. Applausi a scena aperta e standing ovation per lui. La seconda parte di gara è tutta a favore dei monferrini: mete di Hazizaj, Rinero, Mandelli, Dalmasso e ancora Minoletti. Capoterra realizza comunque due mete al 9′ e al 38′, e la partita si chiude con il risultato di 66-25.

adv-319

Oltre agli addii di Leva e di Cullhaj (molto probabile il suo passaggio al Cus Milano) si aggiunge quello del tecnico Roberto Mandelli, dopo tre anni di lavoro non sfociati nella promozione tanto desiderata, ma comunque fondamentali per la crescita dei numerosi giovani presenti in rosa.

“Ho schierato i giovani, il futuro di questa società, sono molto soddisfatto della loro prestazione” afferma Mandelli “Oggi ho lasciato ai ragazzi la gestione della partita, volevo vedere la maturità, ovvero se riuscivano a districarsi nei momenti più complicati. Sono stati bravi”.

“È brutto a dirsi, ma oggi gli aspetti emozionali hanno superato quelli tecnici: è finita una grande stagione, un ciclo” sottolinea il vice allenatore Diego Baldovino.

adv-387

Si chiude quindi il sipario sulla Serie B, con il Monferrato che si posiziona al terzo posto con 88 punti, a -1 dalla seconda in classifica, il Rugby Rovato.