adv-256

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – I punti sono stati portati a casa, ma per il Cuspo Rugby la partita contro il Tre Rose non è stata semplice. Per ora gli Aironi si godono la momentanea testa della classifica, in attesa dei recuperi, grazie al successo per 23-14. Con la pausa natalizia ci sarà il tempo per analizzare a fondo questo 23-14, ottenuto sudando più del dovuto. “Partita combattuta, mi complimento con il gruppo“, commenta il coach Dario Piccinin il quale sottolinea l’impegno dei ragazzi: “Bravi, ma non ci montiamo la testa, ogni partita è storia a sè”.

È stata una partita ‘complicata’ per il gioco molto fisico e spezzettato degli avversari: “Abbiamo faticato”, conferma il ds Giancarlo Casarin: “Ci siamo fatti un po’ troppo trascinare dal loro gioco, però alla fine le nostre quattro mete le abbiamo fatte e i cinque punti li abbiamo portati a casa”.

Si respira comunque soddisfazione in casa Cuspo, nonostante il gioco non bellissimo che si è visto in campo: “L’obiettivo era fare risultato e i ragazzi pur tra sbavature e scelte di gioco non convincenti (soprattutto nel primo tempo) ce l’hanno fatta“, commenta in modo pragmatico il dt Lorenzo Nosenzo, “I ragazzi hanno dimostrando carattere e voglia di far bene. La difficoltà maggiore era arginare la fisicità degli avversari e in questo ci siamo riusciti, nonostante il parziale a un quarto d’ora dalla fine che ci vedeva avanti di soli quattro punti, la partita è sempre stata in mano nostra. Complimenti a staff e giocatori”.

Al rientro dalle vacanze si dovrà andare a La Spezia, in casa di una delle squadre più in forma del girone. Lì si potrà testare lo stato d salute della squadra ed incominciare a capire le vere potenzialità degli Aironi.

Nell’ultimo appuntamento dell’anno, inoltre, la U14 di Acqui Rugby/CUSPO a Strevi insieme ad alcuni ragazzi di Volpiano vince 53-17 contro Cuneo/Fossano. “Bella partita da parte dei ragazzi di casa che hanno espresso un buon gioco in attacco e si sono fatti sentire nei placcaggio in difesa“, commenta il coach Alessandro Morello.
Da segnalare in particolare le prestazioni dei fratelli Iuppa in difesa e di Riggio e Faraci in attacco. Prossimo incontro il 18 gennaio a Genova contro le Province dell’Ovest

Le numerose assenze, infine, non hanno permesso ai Black Herons Under 16 di esprimere le proprie potenzialità, subendo una sconfitta contro il Recco per 67 a 7. “Malgrado tutto, si sono visti buoni sprazzi di gioco offensivo non finalizzate per la poca esperienza di alcuni giocatori” è il commento sulla prestazione dei Black Herons, allenati da Luigi Castucci, Liborio Governale, Enrico Pizzorni e Max Balzaretti. “Abbiamo pagato alcune ingenuità nelle fasi difensive che hanno portato il punteggio penalizzante”.

adv-446